Bisognerebbe Esserci Sotto (le bombe)

#bastaguerra: a tutti quelli che: “a cosa serve la guerra?”

Bisognerebbe esserci sotto quando cade una bomba per capire davvero cosa significa e poter dire quanto e se servono. Io non lo so.

Bisognerebbe poter vedere davvero tutti i giorni quello che accade quando un ospedale, una scuola o una casa vengono bombardati. Io non ci sono mai stato.

Bisognerebbe poter sentire quando si bombarda i pianti e le urla. Io non le ho mai sentite se non nei racconti dei miei nonni che da bambini le hanno sentite.

Bisognerebbe esserci quando i feriti vengono portati nelle infermerie per capire quanto sono “intelligenti” queste bombe. Io non ci sono mai stato.

Bisognerebbe vederlo il sangue versato dopo un bombardamento, anzichè parlarne. Io non l’ho mai visto se non in TV o in qualche foto su internet.

Bisognerebbe immaginarci più spesso la nostra città, le nostre case e le nostre aziende vittime di obiettivi militari ben precisi. Io non lo faccio abbastanza.

Bisognerebbe ascoltare chi vive nei luoghi del mondo che sono in guerra. Chi ci lavora, chi fugge, chi ci abita. Io non lo faccio.

Bisognerebbe sforzarsi di sognare un mondo senza conflitti senza paura di essere additati per pacifisti, sognatori, idealisti.

Bisognerebbe per nessun motivo farsi influenzare da logiche di partito per decidere quanto sia giusta o meno una guerra.

Bisognerebbe non porsi mai tra le opzioni possibili quella di uccidere altri uomini. Gli uomini che uccidono altri uomini hanno solo una possibilità: quella dell’estizione (reale e culturale).

Questa e molte altre riflessioni che ho fatto in questi giorni sono il vero motivo per cui esiste una petizione che si chiama #bastaguerra che puoi firmare anche tu. E’ una petizione che serve per dire ai capi di stato del mondo rifiutiamo le guerre. Se non altro serve per esprimere un giudizio su quanto accade nel mondo oggi. Firmala e divulgala. Bastano 2 minuti.