Il reparto degli uomini rotti. Storia degli ultimi 15 mesi accanto a mia mamma
Suzukimaruti
422

Mi sono commossa a leggere la storia tua e di tua mamma. Mio figlio di 4 anni è nato invece il 2 febbraio 2012, numeri già presenti moltissime volte nella mia vita.

Mi sento identificata nelle tue parole riguardanti le mille burocrazie dei sistemi (uno vale l’altro a questo punto) ma nel mio caso mi trovo a che fare con tribunali, avvocati, giudici e CTU fuori di testa, un ex marito concentrato sul punirmi e farmi male facendo soffrire nostro figlio pur di vendicarsi di me.

Ed è così che, purtroppo, come dici tu, scopri tutto un mondo che altrimenti avresti mai conosciuto, come, per me, quello del business dei bambini «rubati» ai genitori per nulla (PER NULLA: meno del 20 per cento dei «rapimenti» avviene per reali maltrattamenti, il restante 80 riguarda la cattiva prassi degli assistenti sociali e compagnia bella) e messe in case famiglie e comunità. E d’allora scrivo anch’io con la speranza di un cambiamento nel cuore delle persone che lavorano negli ambiti minorili.

Mi ha toccato il modo in cui il tuo cuore descrive tua mamma con l’esempio del mare; e detto ciò, tutti abbiamo capito che bella persona è stata e quanto è stata importante la sua esistenza nel mondo! Una mamma è per sempre! Ricordala sempre così.

Un abbraccio forte forte!

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Tutto Rosa’s story.