Quando lo stalker è invisibile…

Lo stalker invisibile esiste, anche quando non lo si vede. Spesso si, si fa vedere, ma di rado e mai in forma costante, il non sporcarsi le mani è la sua regola inviolabile.

Il modo di giocare dello stalker invisibile è indiretto, è camuffato, è quello psicologico. Trasmettere paura, incertezza, qualcosa che potrebbe accadere… che bisogna aspettarsi: ma cosa? quando? e dove? oppure no… Ma creare un’atmosfera di suspense lo ingigantisce e lo nutre, lui aspetta, strofinandosi morbosamente le mani.

Lancia il sasso e poi si nasconde dietro le seppie. Fa saltare i sassolini sull’acqua e dà la colpa all’acqua dalle onde. Ha una realtà tutta sua.

Non si espone mai troppo, lo fa sottilmente e con astuzia. La perversione ed il sadismo continuano ad essere gli unici a provocare in lui un reale godimento, un motivo di vita, un obbiettivo da portare avanti, che sia poco o tanto, visibile o meno, lui non molla la presa, per profondo orgoglio, vuole avere ragione, sempre e costi quel che costi.

In giacca e cravatta lo stalker invisibile innamora i passanti, gli seduce con i suoi armoniosi modi, e allo stesso tempo, con la medesima bocca che sussurra “ti amo” alla prossima vittima caduta in trappola; morde, rosicchia, strappa e sbudella chi, cerca di scappare dai suoi denti affilati, dai suoi lunghi e neri artigli.

Incoerenza sono le parole che lo descrivono meglio, perché lo stalker invisibile dice una cosa ma ne fa un’altra, il suo sentire, il suo atteggiamento, il suo dialogo e il suo pensiero sono in evidente contrasto tra di loro dando come risultato una persona ambivalente, uno che davanti a tutti accarezza la sua preda ma non appena rimane da solo con lei la offende, “la smanetta” senza che nessuno se ne accorga, Ci prova e speso ci riesce efficacemente, ma fallisce nel suo cammino, canalizzando in modo storto le sue ambizioni.

Ha in suo potere un’arma che vale per cento, conta su di essa e la sua legalità, la quale usa come istrumento di ricatto: i figli, i quali non sono altro che cifre in più o in meno, qualcosa che crede di possedere perché non riesce a vedergli come esseri liberi, del mondo, con sentimenti, desideri e bisogni propri.

Lo stalker invisibile non sa di essere così. Bisogna augurarli molto amore, perché solo l’amore guarisce le persone. Bisogna augurargli anche molta fortuna, perché prima o poi, ne avrà un disperato bisogno…

Tuttorosa.com

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.