Confartigianato Imprese Varese, al servizio del saper fare

Confartigianato Imprese Varese è un sistema composto da più realtà integrate fra loro per dare alle aziende, e al territorio, un ricco ventaglio di opportunità. L’associazione costruisce relazioni e apre nuove strade, perché le imprese si devono conoscere e incontrare.

In un incontro organizzato dal Digital Camp di Varesenews, alcuni esponenti di spicco di Confartigianato Varese — Paola Felician, Patrizia Bernacchi, Lucia Pala — raccontano il lato umano dell’associazione. Punto chiave dell’incontro è sottolineare il fatto che dietro all’imprese ci sono persone, potrà anche sembrare scontato questo aspetto, ma il non confondere i lavoratori in numeri, grafici, statistiche e dati è importantissimo.

Un’immagine dell’imprenditore, che i più non avranno mai preso in considerazione, è quella della solitudine. Perché un imprenditore dovrebbe “soffrire di solitudine”? Purtroppo nel contesto socio economico attuale, le aziende in crisi sono sempre più numerose e a farne le spese sono i titolari che, strozzati dai problemi e dai conti che non tornano, cercano di farsi venire un’idea per far quadrare il tutto.

Ecco, tutto ciò, il più delle volte, avviene in solitudine. Compito dell’associazione è annullare questa solitudine.

Lucia Pala utilizza il termine “personal trainer” e sembrerebbe calzare a pennello. Confartigianato è il personal trainer di imprenditori e aziende perché ha il compito, anche e soprattutto per fronteggiare la crisi, di indicare la strada migliore per una impresa a percorrere sentieri che fino a quel momento non erano stati presi in considerazione. Paola Felician, ci confida che il più delle volte gli imprenditori sono pieni di interessanti idee ma mancano di motivazioni e di supporto: Confartigianato prende letteralmente per mano l’imprenditore — o il futuro imprenditore — e lo porta dall’idea iniziale alla creazione del progetto.

Confartigianato è molto attiva anche sul fronte giovani-aziende. Molto interessante il piano Ife (Imprese formative d’eccellenza) per il concetto scuola-lavoro.

Da questo punto di vista può esserne un bel esempio FaberLab— l’officina digitale specializzata in progettazione e stampa 3D per la realizzazione di prototipazione rapida — che da diverso tempo educa, nei suoi laboratori, ragazzi delle superiori, creando un fitto rapporto tra tecnologia-ricerca-sviluppo-istruzione, che non può far altro che agevolare i giovani per il loro futuro percorso lavorativo.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.