Al mondo

Al mondo.

Che accoglie persone
e ne caccia altre,
in cui si manifesta per libertà,
rinchiuse a loro insaputa
in uno spazio di confini invalicabili.

Al mondo,
metafora dell’universale,
che racchiude tempi diversi
e eguali sensazioni.

Al mondo,
impensabile contemporaneo,
inevitabile futuro.

Al mondo,
come luce e ombra
insieme in una stanza,
divisi da aria,
allontanati da simultaneità.

Se pensi al mondo
nella sua dispersione,
non potrai dimenticarmi.

Attribuzione — Non commerciale — Non opere derivate 4.0 Internazionale

Show your support

Clapping shows how much you appreciated @ioscrivodasola’s story.