triade corpo-mente-spirito.
Ho trovato particolarmente originale il post di Iside, crudo ma certamente vicino, ahimè, ad alcune…
Barbara Suligoi
11

“La triade corpo-mente-spirito”

Io oserei ancora di più, avrei infatti l’ardire di mettermi in ricerca di una sintesi così intima da non vedere neanche più una triade, ma un’unità armonizzata, integrata al punto da scorgere corpo, mente, spirito come espressione di una complessità che man mano si articola in livelli superiori di organizzazione emergenti da un’unica sostanza.

Un po’ come dire: la parola “casa” evoca un’unità e una complessità che vanno ben oltre il dire “pareti, porte, arredamento”.

Anche qui però il lavoro culturale è enorme. Per ora mi pare che il massimo che sia stato pensato sia una giustapposizione di corpo, mente e spirito, come se fossero tre parti distinte. E dare loro una pari dignità, senza prevaricazioni di una sulle altre, è già un primo passaggio. Tuttavia, nella nostra esperienza, se ci ascoltiamo bene, i confini si sfumano e non c’è nulla che possa prescindere dal corpo. Mente, anima, coscienza, spirito … sono tutti modi di dire un di più che tuttavia è sempre e ancora figlio della terra, perché noi esistiamo solo così. Ridare al corpo la sua dignità: intanto si potrebbe iniziare da qui. E provare a sentire nel corpo l’emozione che prende forma.

iside

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.