Ivano odia la convenzione sociale del bagno.
La odia.
Odia la società così come odia 
i pantaloni
la biancheria intima
la baggianata che non si può fumare dentro.
La sua mente è presa dal descrivere il complotto
tra lo stato
la mafia
il vaticano.
Enumerare 
i nomi dei morti
dei fatti di sangue
delle chiamate che deve fare 
per sistemare il mondo.
Una persona così impegnata 
non può 
perdere tempo a vestirsi.
Stringe la sigaretta tra le dita 
osserva il soffitto
rigorosamente mezzo nudo.
La cenere precipita dalla punta della sigaretta 
lo risveglia.
Lascia cadere la sigaretta
si alza
piscia sul muro
Si rimette a letto 
si riaccende la sigaretta
«Domani devo chiamare in Vaticano»