Prima di uscire mi sono messo il deodorante, come sempre. 
Lo tengo in ingresso tra le brugole
Lo raggiungo meccanicamente e dopo averlo usato mi rendo conto di non vederci niente
Mi ero tolto gli occhiali nel tragitto 
Non so perché
Non so dove
Non tra le brugole di certo.
Vago per casa all’alba di un mercoledì freschino. Cieco e profumatissimo.
Esco di casa e mi sento lentissimo. Mi sono scordato la bici. La recupero e parto a tutta velocità.
È misteriosamente caldo ma sono tutti arricciati in giacche pesanti.
Scandisco i pensieri del Mercoledì mattina, revisiono i sogni fatti la notte precedente e mi do un tono sfrecciando oltre le macchine in fila. 
In treno ci sono i miei due ciclopendolari di riferimento che sonnecchiano. È tornato anche il signore mediorientale che trasporta vasi di fiori nel vagone bici rendendo tutto molto bucolico.
Mi arriccio intorno all’Ukulele nel vagone bici canticchiando Jimmy dei Moriarty. Nebbione fuori.
Buon Mercoledì a tutti.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.