Una gravidanza senza Internet

Le donne hanno partorito milioni di marmocchi prima di Internet. Eppure, alla luce di quello che sappiamo adesso, fa tutto un altro effetto.

In questa gravidanza parallela Internet non esiste.

H o un ritardo, devo fare un test di gravidanza e domando al farmacista: quali test comprare? Quanti test, Sicurezza test gravidanza, Test gravidanza: quando farlo. Il farmacista mi risponde, lo fa senza che altri clienti in farmacia sgomitino per dire la loro o per raccontarmi le loro esperienze.

La ginecologa si complimenta, mi dice che ci vedremo puntualmente una volta al mese, io le spiego che non so proprio niente di gravidanza e neonati. “Nessuna donna ne sa mai nulla, mia cara” e mi accompagna alla porta. Raccolgo i miei dubbi in vista del prossimo appuntamento, per sciorinarglieli tutti insieme.

Sono passati meno di nove mesi e sento un dolore al basso ventre, va e viene, va e viene. La mia amica usa il suo orologio da polso per misurare la frequenza delle contrazioni. Contando 5, 6, 7, 8… apre la terza bottiglia di rosso: non mi fido di lei. Prendo la borsa con la camicia da notte e vado in ospedale.

Ormai è giorno, mia figlia è nata da qualche ora, un fotografo passa nel reparto a scattare fotografie che fa pagare ciascuna a peso d’oro. Faccio un investimento per poterne spedire almeno una ai miei genitori che abitano lontano.

Il padre di mia figlia tornerà questa sera da un viaggio di lavoro e chiamando preoccupato a casa dei miei parenti scoprirà che cosa è successo.

Com’è stata questa gravidanza senza Internet? 
Non mi sono mai divertita così poco in tutta la mia vita.

www.lamiastoriaconinternet.it