Loveislove#1

Facciamo i conti con l’amore

Stamattina appena ho aperto gli occhi la prima cosa che ho fatto é stata leggere il bellissimo post di Michela Marzano sull’amore «E ora facciamo i conti (d’amore) di fine anno». Ho letto tutti post della sua rubrica sempre tutto d’un fiato, ma questo lo leggo e lo rileggo ma non riesco a capirlo.

Come si fa a fare i conti d’amore? Come fai a decidere di darti o a decidere di sottrarti? Come li fai i conti del resto? Aggiungi i ricordi? Sottrai le lacrime? Conti quel che resta o quello che si é portato via?

A me i conti non tornano. L’amore che conosco io é inesorabile. Quello in cui non puoi decidere, quello che é lui che decide per te. Quell’amore da cui senti subito che sarebbe meglio fuggire, quello che ti fa anche un po’ vergognare, di cui non puoi far cenno, perché hai paura che gli altri si accorgano che non sei più tu a determinarti, ma che é lui che si determina dentro di te.

L’amore che conosco io non ha parole, né descrizioni, non si fa mostrare né si fa toccare, ti avvolge, ti stravolge, ti contorce, ma non ci riesci a parlare. L’amore che conosco io é pieno di silenzi, senza mai bilanci, con mille fini e tanti inizi, con grandi sogni, tanti infranti. L’amore che conosco io si allontana, proprio quando sei certa di averlo preso, lui se ne va, senza muoversi, senza fare un passo, restando lì fermo a guardarti.

L’amore che conosco io ti sfiora la pancia e ti promette una vita, senza rendersi conto che non era la tua. L’amore che conosco io é pieno di incomprensioni, di frasi spezzate, giornate storte e tanto stress. L’amore che conosco io é audace, inaspettato, pieno di lacrime e recriminazioni, senza futuro, ma ti riempie di emozioni. L’amore che conosco io non ha età, ti insegna la vita, ti prende in braccio e ti porta con sé. L’amore che conosco io vuole farti felice, ma non ci riuscirà. L’amore che conosco io ti fa felice, solo perché lui lo é.

L’amore che ho conosciuto io é arrivato su un ballatoio in silenzio tra il fumo di una sigaretta, fragile e maldestro, ma capace di afferrarti per sempre. L’amore che ho conosciuto io é bionda e farfuglia cose incomprensibili, ma si é presa una parte di me che non sapevo di avere. L’amore che ho conosciuto io é nato un giorno che aspettavo da tanto tempo, quando piccolo piccolo mi ha guardata e ha sorriso. L’amore che ho conosciuto io é quello a cui ti devi arrendere, con cui non riuscirai mai a fare i conti, ma é l’unico che conta per me.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated antonella coccia’s story.