“100 buoni motivi per farla finita all’istante” di Roland Topor

Livia Satriano
Oct 31, 2017 · 6 min read

C’è una cosa che ti dicono sempre, forse una di quelle leggi sacre, inviolabili e universali, e cioè che non si scherza con la morte…Per quello che mi riguarda, invece, ho sempre provato una certa forma di interesse verso chi riusciva ad affrontare questo tema con leggerezza e, perché no, con ironia. Non credo di essere certo l’unica a pensarla così (ricordate la cara vecchia funzione apotropaica?). Anche il signor André Breton — per citarne uno fra tanti — nel 1940 (e nel ’66 poi in edizione definitiva) dedicò un’intera raccolta all’argomento, la bellissima Antologia dello humor nero. Scherzare con la morte si può e si deve e di esempi ne è piena la letteratura. Procuratevene una copia se vi capita.

Un testo che sarebbe sicuramente entrato di diritto a far parte della raccolta di Breton è la lista che mise a punto nel 1977 il geniale artista e autore Roland Topor. In profetico anticipo di oltre trent’anni sul più recente trend delle liste e classifiche di internet (i 15 buoni motivi.., le 18 migliori ricette…, i 22 più teneri animaletti…), Topor decise di comporre questa lista tongue-in-cheek di 100 buoni motivi per porre immediatamente fine alla propria esistenza terrena.

Anni fa mi trovavo nella biblioteca della Triennale e mi capitò per caso sottomano uno dei tanti volumi sull’opera di Topor. Al suo interno, fra le varie cose, trovai anche questo elenco (pubblicato per la prima volta dall’autore sulla rivista Le Fou Parle). Il testo naturalmente era in francese, ma mi colpì così tanto che decisi immediatamente di fotocopiarne le pagine, nonostante col francese avrei potuto capire ben poco. La mia intenzione era quella di cercare subito maggiori informazioni una volta tornata a casa.

Su internet poi nel corso degli anni mi è capitato di ritrovare più volte questo stesso elenco, tradotto anche in inglese, ma mai che mi sia imbattuta in una sua versione in italiano. Perciò l’altro giorno pensavo perché non provare a tradurlo io stessa?

Ecco a voi i “100 buoni motivi per farla finita all’istante” (Cent bonnes raisons pour me suicider tout de suite) di Roland Topor. Astenersi i non sarcastici. Uno dei miei motivi preferiti si trova proprio in cima alla lista: “La meilleur manière de m’assurer que je ne suis pas déjà mort”.

1. Per dimostrare che non sono ancora morto 2. Così l’ultimo censimento sarà sbagliato 3. Laggiù mi stanno aspettando per dare inizio ai festeggiamenti 4. Del resto non si uccidono così anche i cavalli? 5. Guadagnerò la stima dei miei contemporanei 6. Fuggirò le paure di fine millennio 7. Come Werther (non si dubiterà più della mia educazione) 8. Renderò ridicolo il mio tumore 9. Per punire le bugie del mio oroscopo 10. Per rovinare il mio psicoanalista 11. Per svignarmela prima delle elezioni 12. Perché è un sistema infallibile contro la calvizie 13. Così finalmente ricomincerò da zero 14. La morte nobilita: magari verrò nominato cavaliere 15. Non mi sentirò mai più solo 16. Verrò festeggiato al prossimo Ognissanti 17. Perché la vita diventa sempre più costosa, la morte possiamo ancora permettercela 18. È il miglior modo di tornare alle radici 19. Finalmente una mossa di karate che riesco a fare anch’io 20. Per aiutare l’ambiente: contribuirò a rendere l’erba più verde 21. Per porre quel giorno una pietra miliare. La mia 22. Altri faranno miglior uso dei miei organi 23. Lascio un posto di lavoro in più ai giovani 24. Finalmente un ruolo da protagonista! 25. Per farmi i fatti altrui in sala d’autopsia 26. Per assaporare le delizie della reincarnazione 27. Finalmente non ci saranno più anni bisestili 28. Per dare alla mia opera una dimensione morale 29. Per far credere alla gente che sono un uomo onorevole 30. Così questo elenco diverrà il mio testamento 31. Sarò cittadino del mondo 32. Dopotutto l’eutanasia non l’hanno inventata per i cani 33. Avrò finalmente l’ultima parola 34. Il 67% dei francesi è a favore della pena di morte 35. Perché è il miglior modo per smettere di fumare 36. Niente più dualismi: vedrò le cose in maniera più chiara se resto da solo 37. È di sicuro meno faticoso di un parto 38. Perché non ho granché da fare 39. Non voglio gravare sulla previdenza sociale 40. Per ammazzare, come tutti vorrebbero, un ebreo 41. Per unirmi alla maggioranza silenziosa. Quella vera 42. Voglio lasciare una vedova giovane e bella 43. Così non dovrò preoccuparmi se il mio deodorante ha smesso di funzionare 44. Per scampare il servizio militare 45. Per avere un’allure di mistero 46. Così nemmeno la bomba al neutrone potrà più farmi nulla 47. Per perder peso senza fatica 48. Per evitare l’intasamento delle strade all’inizio delle vacanze 49. Sto evitando a qualcun altro la rogna di dover commettere un omicidio 50. Per risparmiare su luce, caffè e zucchero

51. Così non dovrò più preoccuparmi di guardarmi allo specchio 52. E se fossi immortale? Meglio scoprirlo al più presto! 53. Una bocca in meno da sfamare 54. Proverò a tutti che non sono un codardo 55. Per vedere quante persone piangeranno al mio funerale 56. Per vedere, da una nuova prospettiva, se ce l’ho fatta 57. Invece di strapparmi i capelli bianchi a uno a uno, tanto vale strapparmi via direttamente la testa 58. Con la pistola: disturberò la quiete dei miei vicini 59. Con il gas: “Ah la gioia di quell’ultima sigaretta!” 60. Impiccandomi: quella piccola cordicella diventerà un delizioso ciondolo portafortuna 61. Sotto un treno: per allungare le vacanze altrui 62. Con i barbiturici: “Credo che dormirò fino a tardi domattina” 63. Con la corrente: per scuotermi una buona volta dalla testa ai piedi 64. Giù dalla finestra: per scampare alla mia fobia degli ascensori 65. Sembra che la morte sia una bella fanciulla. Ciao, io vado a divertirmi 66. Se mi metto fra gli abbonati assenti non perderò più un numero 67. Per fare del bene agli animali. Soprattutto quelli piccoli e invertebrati 68. Per morire lo stesso anno di Elvis 69. Per non dover pagare le tasse 70. Per non dover pagare l’affitto 71. Così smetterò di russare 72. Per ritornare e tirare i piedi dei miei nemici 73. Per evitare di ripetermi da vecchio, come De Chirico 74. Perché sono una specie in via d’estinzione e nessuno mi sta proteggendo 75. Perché mi sono preparato un’ultima frase ad effetto ma se aspetto troppo finirò per dimenticarla 76. Per recidere il cordone ombellicale una volta e per sempre 77. Per creare un nuovo stile: la Mort-art 78. Per vedere un film sulla mia vita da un punto di vista molto, molto esclusivo 79. Per capire se lassù ci sono davvero le vergini 80. Così mi acconceranno tutto 81. Perché non vedo l’ora di poter usare “Era ora!” come epitaffio 82. Per vedere se dei paralitici guariranno sulla mia tomba 83. Così ci sarà finalmente un evento degno di nota in questo Ventesimo secolo 84. Per succhiare il sangue alle belle fanciulle, una volta trasformatomi in vampiro 85. Perché ho sempre sognato di parlare una lingua morta 86. Così potrò finalmente esprimere con fermezza la mia posizione sul suicidio 87. Perché Parigi non è più quella di una volta 88. Perché Groucho Marx è morto 89. Perché ho già letto tutte le avventure di Sherlock Holmes 90. Perché le previsioni del tempo mi deludono sempre 91. Così altri seguiranno il mio esempio 92. Per iniziare una rivoluzione 93. Per far vedere quanto sono bravo (se non fallisco) 94. Per cambiare giro 95. Per cambiare aria 96. Per essere al di là della legge 97. Perché un suicidio ben fatto è meglio di una brutta scopata 98. Così non muoio in ospedale 99. Così il mio sangue farà una bella macchia d’artista su tela 100. Perché ho 1000 buone ragioni per odiare me stesso

Livia Satriano

Written by

“Curiouser and curiouser!”