Il futuro, prima o poi, torna
Matteo Renzi
1.2K483

L’errore più grande commesso, Matteo, è stato sottovalutare lo scarso apporto che hanno fornito coloro i quali, fin che ha fatto loro comodo, hanno supportato (o sopportato?) l’azione di governo. Ed in questo scarso apporto si sono introdotti, come una lama di coltello, Beppe Grillo con i suoi adepti.

In pochi hanno portato argomenti autorevoli e consistenti sul “merito” del referendum, in troppi sono riusciti a trovare crepe sulla solidità del “metodo”.

Eravamo sicuri di vincere, quando ci siamo accorti che il “NO” stava prendendo il sopravvento, era ormai troppo tardi per rimediare. Anzi, la necessità di rimediare ha, forse, portato addirittura ad un peggioramento della situazione.

Dobbiamo inoltre fare i conti con tanti giovani, miei coetanei, che votano 5 stelle in quanto “contro il sistema” e non per merito delle proposte di riforma.

Essere “contro” ha sempre fatto figo, sin dai tempi degli scioperi alle scuole superiori; essere “per” ha sempre richiesto maggior impegno, per cui in molti preferiscono essere “contro”. Ovviamente i nostri dirimpettai non lo ammetteranno mai.

Lecita ogni posizione, purché questa sia di rinnovamento e di riformismo, dico io.

Matteo, in questa ripartenza non perdere di vista ciò che serve per il bene di paese (ridurre la massa di chi è contro) piuttosto che pensare che fare le cose ritenute giuste sia sufficiente per avere il consenso utile per migliorare il nostro paese.

Alcune scelte, che nel breve periodo sembrano non soddisfare le esigenze della maggioranza della cittadinanza e soprattutto di quella parte più in difficoltà, dovranno essere trasmesse alla cittadinanza con maggiore trasparenza e senza mostrare il fianco a chi non attende altro.

Non vedo alternative, ma sarò tacciato di miopia…

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Luca Porcarelli’s story.