Metti le tue mani vicino alle mie

Ciao Dio
 Che fai oggi?
 Non hai colorato,
 Sei rimasto inerte
 A guardare il mio orizzonte.

Ciao figlio mio,
 Hai ragione,
 A volte succede
 Di perdermi nei pensieri
 E di entrare nei tuoi,
 Rotolare sulle tue elucubrazioni
 Inciampare sulle tue attese,
 E mi ritrovo le mani
 Ingarbugliate tra i fili dei tuoi giorni…

Cosa ne vogliamo fare
 di questa matassa,
 Di questi gomitoli iniziati,
 Di questi fili annodati?

Metti le tue mani
 vicino alle mie,
 Accosta i colori,
 Dona forma e grazia alla materia,
 Rendi tutto un dono d’amore
 Anche il grigio
 Anche il nero.

Ci siamo.
 Io e Te.
 Avanti sempre.

Luca Rubin


Originally published at Luca Rubin.