FALSE ISOLE

PREMERE e’ diviso in tre parti, ha un’introduzione, un romanzo «False Isole» che contiene in chiusura un breve atlante, una ricerca sulle isole che la cartografia ha indicato per errore, riportando erroneamente visioni o avvistamenti, per chi legge Premere non sveliamo il motivo e il senso della presenza di questo tema nella storia. E una terza parte, una raccolta di racconti sorta di Spin-Off su alcuni luoghi o riferimenti nascosti nel romanzo. C’e Tangeri, i Big Star, gli italiani in Indocina, le illustrazioni sessuali e il deserto. False isole e’ la storia reale e romanzata di una famiglia, o meglio di una bambina, sospesa tra Lisbona, Tangeri, l’artico e luoghi di passaggio su cui le vicende scivolano. C’e musica, molta musica, il teatro di Sam Shepard, i temi post coloniali, la Cartografia, i riti senza idoli di fronte al panico.