Cuori Giovani durata 6’,05

I ragazzi di Mapendo House, Butembo, RD Congo.

Mapendo House è una casa di accoglienza per ragazzi gestita da sr Judith Mafoue delle suore del Buon Pastore. La casa ha una storia tutta particolare. P. Eliseo Tacchella, comboniano, l’ha costruita durante la sua permanenza a Butembo, su insistenza degli stessi ragazzi che volevano un posto dove stare. Si tratta di ragazzi di strada, senza una famiglia o qualcuno che si occupi di loro. P. Tacchella da anni seguiva queste situazioni. Al rientro di p. Tacchella in Italia la casa rimaneva di fatto senza una guida. Sr Judith, congolese di Brazzaville, lavorava da 20 anni in Italia. Ha saputo della richiesta di p. Tacchella e si è fatta avanti. Ha convinto la sua congregazione a liberarla dai suoi incarichi in Italia per tornare in Africa a lavorare a Butembo nella Mapendo House. La situazione del Kivu, la regione est della R.D. Congo non è tra le migliori. La zona è in guerra perché tutti la vogliono libera da interferenze per poter utilizzare le immense ricchezze naturali: la vogliono i congolesi, la vogliono i ruandesi, la vogliono le multinazionali. In mezzo a questo c’è la gente che da sempre vive su queste colline. Decine di migliaia i morti, centinaia di migliaia, se non qualche milione, i rifugiati in Burundi e in altre parti del paese. Ci sono anche i fratelli comboniani che fanno servizio nella Mapendo House, come servizio per capire il senso della loro vocazione e per dare una mano ai fratelli. Gli stessi ragazzi della Mapendo House danno una mano e sorreggono il larovo di Judith. A lei dicono: “non arrenderti, non lasciarci soli. Sei la nostra unica speranza, il nostro unico punto di appoggio”. Basta poco a questi giovani per scatenare la speranza. C’è chi si vede già medico, chi insegnante, chi semplicemente madre o padre di una famiglia che loro hanno avuto distrutta troppo presto e per ragioni che ancora oggi non riescono a capire. Ed è proprio qui il punto: far capire a questi ragazzi che c’è un futuro, nonostante un recente passato e un presente di grande violenza, di distruzione, di sopprusi. sr Judith chiude con un invito ai giovani italiani: “Venite a visitare Mapendo House! Venite a vedere che nel mondo ci sono storie diverse”. E’ impressionante la serenità di sr Judith, anche se spesso, il pomeriggio, non sa cosa dare da mangiare per cena ai suoi ragazzi. “Ma la provvidenza”, sorride Judith, “non ci ha mai fatto mancare nulla!”

Per riflettere

>> ricerca notizie sulla situazione del Kivu

>> Hai sentito ancora parlare del coltan? Sai a cosa serve questo minerale? Sai che senza coltan i nostri smartphone non funzionerebbero?

>> che idea ti sei fatto della serenità di sr Judith?, nonostante viva in un ambiente di guerra, tra ragazzi orfani per aids o perché i genitori sono caduti sotto le bombe di una assurda guerra.