L’Amazzonia, la Chiesa, il Sinodo

Il vicariato apostolico del Pando è territorialmente esteso: 111 mila kmq di foreste e pianura, con una popolazione di 250 mila abitanti concentrata in tre città e il resto sparsa in comunità rurali fatte alcune da poche famiglie, altre da gruppi più grandi organizzati. Una zona piena di fiumi, che ha piste di comunicazione più che strade, dove nonostante progresso e sviluppo sono ancora impercorribili per due- tre mesi all’anno; un vicariato che è territorio di missione in cui di fatto le parrocchie sono 6 più due “quasi parrocchie” con 17 sacerdoti tra religiosi e diocesani. Una chiesa indubbiamente costruita sull’impegno dei laici! La domenica è la celebrazione della Parola che anima le comunità: sono 200 celebrazioni della Parola ogni domenica nel Vicariato, un gran numero di ministri della comunione che collaborano soprattutto nelle zone di periferia urbana e nelle comunità intorno alle tre cittadine che lo compongono. E’ una pastorale che richiede di muoversi, andare, di stare vicini a queste persone anche se disperse nella foresta. In una comunità mi dicevano: “non importa se non ha niente di materiale da portarci, venga a trovarci perché comunque è il segno che per qualcuno contiamo e siamo importanti”. E’ una pastorale che fa sentire che c’è una chiesa che accompagna il sogno di costruire comunità che crescono e che si organizzano attorno alla Parola e all’eucaristia. Nello stesso tempo comunità che sentono che la chiesa attraverso un servizio, l’impegno dei cristiani è comunque presente e condivide la loro vita. Penso alle comunità dove c’è il catechista e il primo servizio che la comunità offre è il servizio ai sacramenti dell’iniziazione cristiana. Poi ci sono catechisti che fanno anche da preparazione al matrimonio. Il catechista prende forza dal leader della comunità, ma il leader non fa il catechista, è l’anima della comunità, organizza, dinamizza, coordina le celebrazione e con il catechista le mette in atto. Solitamente a questo punto mettono insieme un tetto, uno spazio comune (interessante che non celebrano nelle case private dicendo che il posto della celebrazione deve essere della comunità quindi la casa di tutti!): si costruiscono questi spazi e intorno a questi c’è chi si incarica della celebrazione, della musica, ci sono giovani e adulti che cantano e suonano. Sono delle belle sfide: una signora, nemmeno catechista, mediamente formata guardando gli evangelici -era arrivato da tre mesi nella comunità un pastore con la famiglia. Gli evangelici gli avevano dato un terreno e una casa e si riunivano a celebrare la Parola- mi diceva con la sua semplicità: “è bello, anche noi andiamo perché almeno qualcuno ci da la Parola ma a noi non basta, noi siamo cattolici, noi abbiamo anche il pane dell’eucaristia. Quando ci manda qualcuno che ci da l’eucaristia?” Ecco il sogno di queste comunità: poter avere qualcuno che li accompagni anche ministerialmente. Non c’è solo il tema dell’eucarestia, certamente fondamentale, ma anche quello di accompagnare i malati, di essere vicino a chi muore, il tema della confessione, di dare il sacramento agli infermi … tutte queste sfide le abbiamo davanti. Nello stesso tempo non è una comunità che non è chiusa in se stessa: in tutte c’è l’apertura di una cassa comune e l’attenzione, su quello che raccolgono, di dare qualcosa alle famiglie povere. Oppure in caso di difficoltà si aiutano.. quindi comunità cristiane in cui la fede poi diventa solidarietà, azione, impegno. Questo è quello che stiamo vivendo. Ci chiedono ministeri nelle comunità che li aiuti a sentire che non è una comunità spontanea che nasce dal basso ma una comunità che nascendo dal basso incontra una chiesa che è frutto dell’incarnazione, gli da strumenti perché questo crescere sia nella comunione con Dio.

mons. Eugenio Coter

vescovo del Pando.

Domande

1_Il concetto di ministerialità nella chiesa oggi. Nel vicariato del Pando sono i laici i veri protagonisti. Il ruolo dei laici nella chiesa. Quanto ne sai?

2_Il vicarito del Pando: 111 kmq, che vuol dire il nord Italia, e solo 17 sacerdoti….

Il video dura 11,30 minuti

E’ adatto per animazioni in parrocchia di gruppi di adulti e gruppi missionari