ph. credits: formaggio.it

Carta da formaggio e storytelling

“Ma questa è una idea geniale! Facciamolo anche noi! Sulla carta dei nostri formaggi…”

Signor Caglio si calmi e ci pensi bene. Era solo un esempio.

L’esempio era quello di Cipotle, una catena di ristoranti americana specializzata in burrito e taco, che nel 2014 ha realizzato insieme a Jonathan Safran Foer un particolare progetto di storytelling.

Cultivating Thought

L’idea è stata quella di coinvolgere altri prestigiosi autori commissionando loro delle storie da mettere sul package dei prodotti.

L’intuizione? Safran Foer stava mangiando da Chipotle e non aveva nulla da leggere per cui ha detto al Signor Cipotle: “Ma se io e alcuni miei amici scriviamo qualcosa sui tuoi contenitori, in modo che la gente possa avere delle piccole novelle veloci, gradevoli e immediate da leggere?”

Il progetto è stato chiamato Cultivating Thought e il Signor Chipotle ci ha fatto numeri di marketing mica male.

Il Signor Caglio

Io non sono il Signor Safran Foer e il Signor Caglio non è il Signor Cipotle, chiaro, ma a questa cosa si può ovviare o quanto meno ci si può ispirare per fare qualcosa di simile con le dovute proporzioni.

Imparare a raccontare le storie come fanno i “grandi” è sempre utile, perché sono storie che ispirano altre storie.

Le storie efficaci devono offrire spunti: di contenuto e di metodo.

Hai mai letto sulla carta da formaggio?

A me non è mai successo e, anche pensandoci bene, nemmeno lo farei.

Provate a pensare al Gorgonzola, lo Squacquerone o la Fontina. Immaginate di togliere la carta unta e leggere un racconto scritto sopra… Oppure se fosse il Signor Crostone a pensare la stessa strategia narrativa ma con la carta della sua pizza gustosissima al taglio?

Sono convinto che ogni racconto debba essere pensato con il giusto supporto. Nella progettazione strategica di un racconto di impresa, il supporto non deve essere per forza originale ma per forza funzionale alle fruizione del publico.

Una delle domande fondamentali nella strategia di storytelling è:

dove metterò le storie?

A livello digitale, reale, reale & digitale insieme, ho uno spazio per accogliere le storie che voglio raccontare?

Sì? Bravo. E come è fatto? Come piace al tuo pubblico? Sì.

Bravissimo, cominci davvero bene…

PS: un altro esempio, che trovo efficace nella sua semplicità, lo trovi qui > https://www.narrateworld.com/