Come essere freelance e sopravvivere in Italia? Lavoro con l’estero
Marianna Piani
164

Ciao Marianna,

grazie per la risposta. Il tema è complesso e la complessità è il motivo per il quale tengo un corso proprio sul tema di stime, preventivi e negoziazione.

Volendo ridurre al nocciolo la questione, tutto quello che descrivi è vero solo se il cliente può rivolgersi a un altro/a invece di lavorare con te. Perché ha deciso di lavorare proprio con te? Capire quale problema risolviamo per il cliente, quale valore portiamo e capire come renderci unici e non confrontabili sono gli antidoti a molte delle situazioni che descrivi.

Poi è innegabile che il mercato dei servizi professionali in Italia sia difficile e spesso viziato da compromessi al ribasso. La strada che porta a questa situazione è lastricata con la rassegnazione di chi pensa che le cose stiano così e non ci sia nulla da fare.

Io mi rifiuto di pensare che non si possa fare nulla: la mia non è utopia, noi abbiamo ottenuto risultati. Con tempo, fatica, e perdendo qualche cliente nel processo.

Ma dopo si sta decisamente meglio :)

Ciao,
Marco

A single golf clap? Or a long standing ovation?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.