Un’avventura per usare la tastiera Dvorak in italiano

Cambiare tastiera

Sto provando a passare alla disposizione della tastiera Dvorak. A quanto pare, però, per un italiano il processo è più difficile del previsto.

Mariano Mollo
Mar 8 · 2 min read

Mi trovo nella situazione di voler passare il più comodo metodo di scrittura sviluppato nella prima meta del 1900, ma al contempo non voglio rinunciare a delle comodità che la tastiera italiana su linux mi garantisce. Infatti l’uso degli accenti nell’italiano, nel portoghese, della tilde nello spagnolo, e di tanti effetti grafici secondari non sono ben supportati nella configurazione Dvorak inglese di sistema. C’è da fare un lavoro di taglio e cucito per unire i benefici di entrambi i sistemi.

Prima di tutto un po’ di storia e dei miti da sfatare:

Andando a vedere gli istogrammi di frequenza per l’inglese e per l’italiano, si trovano discrepanze minori, ma nel complesso mi sembra vantaggioso adottare un sistema studiato rispetto ad uno completamente casuale.

La ricerca online su come modificare il proprio layout di tastiera non ha dato immediatamente risultati comprensibili.

Questo è il documento che più ha chiarito il procedimento da seguire, ma non è sufficiente per la procedura d’oggi giorno:

Su Ubuntu la cartella base su cui operare è /usr/share/X11/xkb, mentre le disposizioni sono in [XKBROOT]/symbols.

L’ultimo passaggio da seguire viene descritto in questa risposta su StackExchange:

To get the xkb layout to show up in the gui where keyboard layouts are selected, a corresponding <variant> node has to be added to the proper <layout> section of the /usr/share/X11/xkb/rules/evdev.xml file

Ci ho perso un po’ di tempo e di riavvii prima di scoprirlo.

È bastato poco per convincermi a muovere i tasti sulla tastiera del portatile e provare a familiarizzare con una nuova disposizione; in ogni caso sono anni che scrivo senza guardare i tasti, quindi avere una disposizione diversa delle etichette non mi cambia tanto nel caso debba scrivere in QWERTY.

Un programma per allenarsi che sto usando è gtypist, disponibile nelle repository base di Ubuntu.


L’ultima risorsa italiana che ho trovato al riguardo è visibile fino al marzo 2017, dopodiché chiude.