Passeggiando e ascoltando la memoria storica delle Monachelle, ci ritroviamo catapultati nel presente.

Sversamento alle Monachelle

Mattina del 19 giugno 2017; abbiamo incontrato Mario, parente del guardiano delle Monachelle, quando il complesso era attivo. 
Ci racconta della vita che circolava attorno a questo polo, nato in epoca fascista, tramite immagini dalla memoria ed aneddoti. Attorno agli alberi c’erano aiuole e la zona era piena di fontane. Il giardiniere manteneva costantemente tutto in ordine.

Circa 40 anni fa ci fu una mareggiata, e una barca si arenò sulla spiaggia, rilasciando quantità enormi di frutti di mare, che gli abitanti del posto raccolsero rapidamente! Nella cabina si trovarono anche due extra-comunitari morti assiderati.

Parlando ci incamminiamo sulla spiaggia, fino al pontile della Prysmian ed oltre. Ci hanno detto di uno sversamento dagli scarichi che sboccano a mare, ed andiamo a vedere.

C’è una puzza di fogna terribile: i bagnanti sono stati costretti a spostarsi dalla zona, tanto il fastidio. Troviamo in corso uno sversamento di acqua di scarico.

Qualcuno si sorprende, non tanto del fatto che si sversi vicino ad un ormeggio e ad una spiaggia libera, quanto che questo avvenga di giorno e di lunedì. Sembra una pratica consolidata, e conosciuta ai più, che avviene solitamente nei fine settimana durante la notte. 
Non ne sappiamo di più, tanto meno che tipo di sostanze vengono immesse nel mare, ma è una cosa che sicuramente va portata all’attenzione di tutti.

Qui sotto c’è una testimonianza diretta, raccolta per caso durante le riprese.

Qui un altro video caricato su Facebook: https://www.facebook.com/groups/1146678158771170/permalink/1194708837301435/


Non siamo stati gli unici, ne’ i primi, a notare l’accaduto: Pozzuoli21 riporta la lettera di Luca, un 17enne del posto, rimasto colpito almeno quanto noi dalla situazione deprimente. La lettera non ha bisogno di essere commentata.

Sotto il pontile

Dopo questa mistica esperienza decidiamo di allontanarci e tornare sui nostri passi. 
Continuiamo a raccogliere memorie di chi ha vissuto questo posto in passato.

Quello che più manca a detta di tutti sono le fontane: diverse persone hanno manifestato come ricordo più vivido quello della quantità di fontane presenti. Si possono vedere le tubazioni dell’acqua, o per meglio dire ciò che ne rimane, ed i vecchi sistemi per le docce.


Aggiornamenti dal fronte

Ci si attrezza sempre meglio per rendere il posto vivibile, con qualche comodità…

Dall’altro lato ci si adopera a spianare il terreno per il futuro campo di bocce. E c’è già gente che attende con ansia la sua inaugurazione!

Il palco sembra aver avuto successo, qua una battaglia rap nata sul momento.

Bella raga, ci acchiappiamo in Persia.