Come ho riciclato il mio Medium.com grazie alla comunità italiana.
massimo b.
173

Grazie Massimo,

sono felice per il “ripensamento”, è sempre un peccato perdere una voce interessante e stimolante, anche se è chiaro, il “mondo reale” è ben altro che qualsiasi “social”. Tuttavia ogni persona di qualità perduta contribuisce ad abbassare e a corrompere il livello della “piattaforma” (brutto termine, che sa un poco di petrolifero) almeno altrettanto quanto l’arrivo di una decina di nuovi imbecilli. Perché gli imbecilli e gli ignoranti si possono semplicemente ignorare, mentre una persona valida e il suo pensiero una volta andati non si possono recuperare.

Scrivere è un “vizio assurdo”, ma irrinunciabile, per alcuni. Così come lo è la lettura. MEDIUM non è come Faceboobk, ormai una fogna irrespirabile, possiamo ancora mantenerlo a un livello accettabile di piacevolezza per noi. Persone come te e gli amici che tu citi (e altri che non citi, ma che ci sono) possono farlo.

Un caro abbraccio

Marianna

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Marianna Piani’s story.