Basta con questa mentalità anti-ciclista…

Qualche giorno fa mi sono confrontato con alcuni utenti Facebook riguardo allo sgradevole episodio accaduto in Spagna dove, una donna ubriaca ha travolto un gruppo di ciclisti e due di questi sono morti.

Durante il dibattito mi sono reso conto che ci troviamo in una situazione critica a causa della mentalità «anti-ciclisti» che coinvolge sempre più persone e questo, nel 2017, non è tollerabile. incredibile vedere come attraverso i social questo accanimento verso i ciclisti venga comunicato con ignoranza e cattiveria da moltissimi utenti.

La domanda che mi pongo è la seguente: come mai nel Nord Europa vi è una convivenza pacifica tra automobilisti e ciclisti mentre in Italia, culla del ciclismo, non si fa altro che criticare coloro che decidono di spostarsi utilizzando la bicicletta?

Dopo la tragica morte di Michele Scarponi lo scorso 22 aprile si è tornati a parlare della sicurezza stradale per quel che riguarda i ciclisti e, complice anche il Giro d’Italia che si sta disputando in queste settimane, il messaggio di rispetto reciproco tra automobilisti e ciclisti sta iniziando a circolare e personalmente spero che con il tempo possa instaurarsi nella mentalità collettiva.

Tutti abbiamo diritto, in un modo o in un altro, a muoverci per strada ed è giusto che in bici o in auto i nostri diritti vengano rispettati, non si può permettere che la paura impedisca ad un ciclista di prendere la sua bici e sognare.

Jay

#CarisOver #Respect #Cyclinglife