Sfruttare la potenza del visual nei post. Social Media Marketing — TIPS #1

Da qualche tempo ho incominciato a scrivere un E-book riguardo le potenzialità del visual a fini di marketing sui Social Network, E-book che verrà distribuito gratuitamente all’apertura del mio blog.

Nel frattempo però ho deciso di iniziare a condividere alcuni estratti del testo anticipatamente, tramite altri canali (in questo caso #Medium), certa che queste informazioni saranno utili a tutti i pionieri del marketing on-line.

Vi lascio quindi al Tips #1: 
Pochi contenuti testuali nelle vostre immagini.

Spesso ci sarà capitato di vedere apparire sulla nostra home di Facebook immagini confusionarie e piene di testi, sgradevoli alla vista e difficili alla lettura. Di certo immagini di quel tipo non invogliano l’utente a soffermarsi per più di 1 secondo né tanto meno ad aprire eventuali link collegati a tale immagine.

Al contrario, se l’immagine che vediamo scorrendo la home di Facebook o di Instagram è dal design ricercato e minimale ma soprattutto espressiva, ecco che il nostro occhio subito se ne accorge, e ci troviamo a osservare improvvisamente un prodotto a cui fino a pochi minuti prima non avevamo mai dato interesse. A me è capitato molto spesso!

Un’immagine espressiva non ha bisogno di troppe parole per essere raccontata. L’ordine e il minimalismo, specialmente per i trend contemporanei sono essenziali.

Il cervello predilige immagini chiare e nitide.

Perché questo accade? Probabilmente per lo stesso motivo per cui di solito preferiamo vivere in ambienti puliti e ordinati anziché sporchi e caotici, o per cui molti di noi ogni mattina preferiscono rifare il letto anche se la sera stessa lo useranno di nuovo.

In un ambiente pulito e ordinato (non tutti abbiamo lo stesso medesimo concetto di ordine, pertanto è soggettivo 😉 ) il nostro cervello lavora meglio, ottimizza i tempi, comprende ed elabora più velocemente.

Quando questo processo si verifica nello spettatore che sta guardando la nostra immagine pubblicitaria abbiamo ottenuto la prima cosa fondamentale: la sua attenzione.

Nelle immagini quindi, inserite solo i testi essenziali (idealmente potreste considerare di inserire il nome del brand e un breve Pay Off, oppure una promozione ma sconsiglio l’inserimento di prezzi direttamente sull’immagine), per ulteriori contenuti testuali il mio consiglio è di utilizzare il form di testo presente sui vari social oppure collegare l’immagine che state sposorizzando ad un sito esterno, ad esempio un blog (luogo in cui invece i contenuti testuali vanno alla grande e potrete sbizzarrirvi)

Questo è il primo passo per creare una buona immagine pubblicitaria che attirerà l’attenzione dei vostri potenziali clienti.

Per oggi è tutto.
Nuovi consigli in arrivo ogni settimana, per restare aggiornati seguitemi su Facebook e Instagram: @artofmarz

Un saluto a tutti :)

Marta