Severo ma giusto. A tratti forse troppo severo.
Paolo Degasperi
11

La mia affermazione può sembrare radicale ma mi riferivo più che altro all’imitazione conscia e automatica di stereotipi, non quella afferente al processo inconscio che attinge ad un immaginario personale. Farlo consapevolmente senza creare mai niente di nuovo sterilizza la foto. La condanna di certi fotografi del genere è trasformarsi in professionisti da stock images. Niente di male. Ma niente di artistico e interessante alla fine.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.