A populista , populista e mezzo

Non buttiamo al macero questa bella , per quanto sfortunata , esperienza riformista-referendaria del 4 dicembre !

Scusate , l’errore di Matteo sarebbe stato quello di personalizzare troppo la partita ? Non so , può darsi … io però vorrei indicare un paio di linee guida per non fallire in futuro :

1) spacchettare il quesito in tanti quesiti quante sono le riforme : abolizione senato , abolizione CNEL , tetto stipendi consiglieri regionali , referendum propositivo , riorganizzazione dei rapporti Stato-regioni , etc. -

In definitiva la ns sfiga è di avere avuto TROPPO ragione — dimodochè il Tribunale respinse il ricorso di Onida che chiedeva appunto lo spacchettamento !

Se avessimo avuto lo spacchettamento allora sarebbe stato possibile stanare gli avversari e costringerli ad argomentare punto su punto : e allora sì che l’opinione pubblica sarebbe stata coinvolta !

Senza spacchettamento , cioè col prendere o lasciare , ha vinto l’Odium ad Personam … hanno vinto gli odiatori e gli invidiosi , oltre che ovviamente gli opportunisti e la casta

Quindi , facciamo nostra questa lezione e ricordiamocene per il futuro : mai più un referendum del tipo prendere o lasciare

2) purtuttavia , se si volesse , in futuro , perseverare in un referendum unitario (prendere o lasciare) , occorre almeno usare qs avvertenza : ficcarci dentro una ESCA POPULISTA (possibilmente innocua) .

Quale esca ? Io ne vedo una sola : l’abolizione del vincolo della cornice comunitaria per la legislazione primaria e secondaria , cioè dello Stato o delle Regioni . Tanto i Trattati restano cmq in piedi , con tutti gli obblighi che ne derivano — ma a questo punto spiazzeremmo i cd. sovranisti , toglieremmo loro ogni alibi per opporsi …

All’uopo si potrebbe studiare qualche altra esca (ad es. , ma ci penserei un attimo sù , l’abolizione dell’obbligo del pareggio di bilancio — obbligo inserito dal governo Lega-Berlusconi per guadagnare qualche giorno di respiro) .

Matteo , parafrasando un famoso detto popolare … ti invito a riflettere su qs linea di condotta : a populista , populista e mezzo !

E questo vale anche senza referendum …

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Massimo Valentini’s story.