Piani individuali di risparmio, aiutiamo l’economia italiana, con l’incentivo dell’assenza di tassazione.

Il PIR (piano individuale di risparmio) è stato introdotto dall'ultima legge di bilancio. Riservato alle persone fisiche, è ispirato alle esperienze di successo avvenute in Francia, Gran Bretagna, Usa. L’obiettivo è quello di indirizzare risorse verso l’economia reale, verso, quindi, le imprese, puntando a settori dell’economia caratterizzati da prospettive di crescita interessanti.

L’investimento attraverso i PIR, consente di apportare un effetto benefico per l’economia italiana: è previsto che sia necessario investire per almeno un 70% in imprese che emettono strumenti finanziari con sede in Italia o che prevalentemente svolgono la loro attività nel bel paese. Inoltre l’importo massimo investibile è di 30.000€/anno, per un massimo di 150.000€, con un vincolo minimo di 500€ (questo vuol dire che si possono investire 30000€ il primo anno e nulla negli anni successivi).

Quale è il vantaggio per le nostre tasche? Questo simpatico strumento è completamente esentasse:

  • esenzione totale da imposte sui redditi dell’investimento;
  • esenzione totale delle tasse di successione;

Ciò avviene se vengono rispettati i vincoli di composizione e si mantiene l’investimento per almeno 5 anni. Questo vuol dire una cosa banalissima, ci sarà un bel risparmio fiscale, fino al 26%.

Vediamo un semplice esempio con un orizzonte temporale di 20 anni, ipotizzando un rendimento medio del 2% ed unico investimento iniziale di 30000€. Ipotizziamo identico rendimento per entrambi gli investimenti:

Questo risultato fa emergere come il risparmio fiscale altera i rendimenti, con un effetto benefico per il risparmiatore. Utilizzando il PIR, infatti, nel nostro esempio, emergono circa 4100€ che rimangono in tasca all'investitore.

Il risultato è ancora più sconcertante se il rendimento medio dovesse essere il 4%:

In questo caso la forbice è davvero elevata: una differenza di circa 11000€.

Alla luce di queste riflessioni, cosa aspetti a contattarmi?

Like what you read? Give Matteo Giaccio a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.