Voglio cambiare lavoro, come faccio?

A chi non succede, a volte, di pensare ‘non ne posso più di questo lavoro, domani mi dimetto!’. Ma una volta passata la disperazione del momento sei tornato in ufficio come se nulla fosse. Anche a me è capitato tante volte. Perché è più facile vedere le cose che ti danno fastidio nel tuo attuale lavoro (ahimè, la lamentela è sempre dietro l’angolo) che pensare alle cose che vorresti fare, ai tuoi sogni e ai tuoi obiettivi. Tendiamo a fuggire dalle cose che ci mettono a disagio e a fare finta che non esistono, pur di non doverle affrontare seriamente. Ma soprattutto quando parliamo di lavoro è importante che tu sia sincero con te stesso, ti rimbocchi le maniche e migliori la situazione che non ti sta più bene.

Quando mi sono trovata in un momento di crisi non facevo fatica a capire che il mio lavoro non mi piaceva più ma non riuscivo a focalizzare che tipo di lavoro mi appassionava veramente. Ti ci riconosci? Allora potresti avere bisogno di qualche dritta per iniziare il tuo percorso verso un lavoro più soddisfacente. In questo momento devi fermarti, fare un bel respiro e interrogarti sul tuo futuro lavorativo. Ti sembra un’impresa difficile? Prova a seguire i seguenti 10 consigli:

1. Prenditi del tempo. Se sei in un momento di crisi vorresti avere una via d’uscita facile e immediata e trovare subito un altro lavoro, anche il primo che capita. Ti consiglio invece di fermarti e di prendere il tempo che ti serve per riflettere sul lavoro che vorresti fare. Ci vuole del tempo per capirlo ed è controproducente buttarti a capofitto in una nuova avventura lavorativa se non l’hai valutata bene.

2. Prenditi cura di te stesso. Dedica del tempo al tuo benessere interiore ed esteriore. Fai sport, preferibilmente all’aria aperta. Le idee migliori spesso arrivano quando stai usando il tuo corpo e non la tua testa. Dedica del tempo alla tua beauty routine e migliora il tuo aspetto.

3. Un nuovo lavoro va cercato attivamente. Non puoi aspettarti di trovare il lavoro dei tuoi sogni sotto l’albero di Natale. Ti devi impegnare a cercarlo, o a crearlo, e ciò richiede un bel po’ di impegno e fatica.

4. Think out of the box. Non limitarti nei sogni e nei pensieri, datti la possibilità di fuoriuscire dalla normalità e dagli standard che ti hanno insegnato sin da piccolo. Il lavoro non deve essere necessariamente una professione classica (insegnante, ingegnere, avvocato ecc.), ma può nascere da una cosa completamente nuova. In ambito business si parla spesso della ‘Strategia Oceano Blu’, ovvero creare un mercato (o nel tuo caso un lavoro) completamente nuovo, in un pezzo di oceano dove non ci sono altri squali concorrenti.

5. Esci dalla tua comfort zone. Gli esseri umani sono animali abitudinari, lo sappiamo, e ci piace rimanere in questo posto sicuro chiamato comfort zone. Ma per conoscerti meglio e aumentare la tua autostima è fondamentale fare nuove esperienze, anche se ti mettono un po’ in difficoltà. Prova a cambiare delle piccole abitudini, a frequentare posti nuovi o fare una cosa che non hai mai avuto il coraggio di fare.

6. Stimola la tua creatività. La creatività è una delle cose che smettiamo di coltivare nella vita adulta ma ci serve in molti ambiti, anche quello professionale. Ci sono tanti modi per stimolare la tua creatività, per esempio facendo dei lavori manuali, scrivere, fotografare, disegnare.. Un corso che potrebbe fare al caso tuo è quello di Caterina Lazzarini.

7. Guarda al tuo passato. Per trovare un nuovo lavoro è importante capire cosa hai fatto in passato: cosa ti piaceva del tuo vecchio lavoro e cosa non faresti mai più? Cosa sapevi fare bene? Cosa ti dava soddisfazione? Fai un elenco.

8. Osa. Osare non significa essere impulsivo o spericolato ma avere il coraggio di prendere dei rischi ben calcolati. Se non ti metti mai realmente in gioco non scoprirai mai cosa potrebbe cambiare nella tua vita. Avere un po’ di paura è normale!

9. Valuta le tue competenze. Fai una bella lista delle tue soft skills e hard skills, ovvero le abilità trasversali legate alla sfera interpersonale, come la comunicazione, e le competenze tecniche. Cosa sei bravo a fare e cosa potresti migliorare?

10. Leggi e informati. La lettura può aiutarti a chiarire le idee e trovare nuovi stimoli. Leggi libri, riviste, blog, giornali, siti. Anche su argomenti nuovi, non si sa mai da dove potrebbe venire l’ispirazione!

Mettendo in atto queste strategie scoprirai cose nuove su di te che ti aiuteranno a mettere a fuoco il tuo obiettivo. Conoscere te stesso è il primo passo verso un nuovo lavoro. Una volta che avrai capito chi sei, cosa ti piace, cosa vuoi fare potrai passare all’azione. Cosa aspetti?