Simposio d’arti visive d’Iglesias

#Iglesias

Piazza Municipio, Iglesias, ph Bar del Duomo

Secondo giorno di lavoro su quattro, riporto testualmente uno dei dialoghi che mi ha maggiormente gratificato durante le ore di lavoro, come ogni volta che lavoro a Iglesias, ho sempre a che fare con una comunità molto sensibile e curiosa verso i processi del fare arte contemporanea, naturalmente portata a comprendere cosa possa diventare la concettualizzazione del fare arte contemporanea a contatto diretto con una media classico come quello dell’intaglio lapideo, per cui la giornata è fatta di molti dialoghi e domande con passanti che vivono e animano piazza Municipio nel quotidiano.
Una signora mi ha molto gratificato oggi, si è avvicinata con fare timido e mi ha chiesto:

- Bel lavoro, a chi è dedicato? Cosa rappresenta?

- Grazie signora, è un lavoro dedicato a chi rischia la vita in mare scappando dal suo mondo per arrivare nel nostro, agli immigrati che attraversano ammassati il mare pur sapendo di potere non riuscire ad arrivare…

- Grazie….

- Tra il Duomo e il Municipio, mi sembrava una riflessione da fare, tra carità cristiana, integrazione e democrazia…

- Grazie per averlo fatto…

- Ci lavorerò altri due giorni…

-Grazie…

Iglesias, Piazza Municipio, ph Bar del Duomo

- Grazie a lei, la bellezza è nello sguardo di chi osserva più di chi determina delle riflessioni con l’arte…

- Passerò anche domani e dopo, abito qui vicino…

- Grazie di cuore, buona serata…

- Buona serata a lei…

Iglesias è un posto meraviglioso per la sensibilità della comunità.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.