113 Followers
·
Follow

Image for post
Image for post

Si parte da un “wholesome corn” che spunta nella recensione americana datata 1965 di un film italiano di dieci anni prima. Wholesome è virtuoso, morale, di buoni sentimenti. Corn è il trito, lo scontato, lo sdolcinato.
“Wholesome corn” però non mi viene. Ci penso da un po’ e non mi viene.

Che problema c’è, dice lui.

“Wholesome corn”, dico. Per capirci tra noi, una “sbobbetta edificante”.

Ho capito, dice lui, ho capito benissimo. Sbobbetta però è lessico familiare, non puoi.

Lo so, è tra noi, dico, anche se ho già segretamente cercato sbobba e sbobbetta nel dizionario dei sinonimi e dei contrari e sono pronta a tutto. …


Image for post
Image for post

Anni scarsi, estati lunghe. Da piccola so fare due cose: smontare radioline a transistor (ma non rimontarle) e contare in tedesco.
Le radioline le smonto in un angolo appartato del giardino.
I numeri li memorizzo in garage, portandomi dietro il dizionario compatto italiano-tedesco/tedesco-italiano che serve a mio papà per porgere verbi all’infinito agli amici austriaci della villeggiatura (“Trinken Bier?” …


Image for post
Image for post

Un pomeriggio di molti anni fa mi viene una gran voglia di leggere La Vie, mode d’emploi. Dato che non leggo il francese (all’università ho preso russo e angloamericano: perché la mattina come si sa faccio colazione con pane e volpe) me lo compro zitta zitta in traduzione, Rizzoli Milano 1989. Che problema c’è, mi dico (ho già letto in traduzione di tutto, classici e moderni, perché all’epoca come lettrice sono abbastanza efficiente e un po’ brutale).

E infatti non c’è problema fino più o meno a pagina due, Capitolo 1, Per le scale, 1. Dove fra il terzo e il quarto piano di rue Simon Crubellier numero 11 una donna sui quarant’anni sta salendo le…

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store