Oggi, ieri e speriamo non domani

Marco Mazzoni // “Rancour” 2016

Ed ecco il cuore che riparte

al galoppo risale la gola

si ferma giusto sotto il mento

facendomi un dispetto e rimanendo lì

pulsante aspettando che lo vomiti senza volerlo.


Dov’è scappato?

dov’è finito?

Per terra, spappolato

come un uovo rotto che non posso ricomporre.


So che non sarà sempre così

ci vuole il suo tempo

consolazioni

coccole

affetto

punti

come in una ferita troppo larga da poter ricucire senza cicatrici.


Raccolgo tutti i pezzi

li butto in bocca veloce

con la paura che qualcuno mi stia guardando.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated irene pollini giolai’s story.