Europa dal Muro allo spinato

È molto strano che Diego Fusaro, tra una battuta e l’altra con la pornodiva Valentina Nappi sullo squirting, non abbia colto l’aspetto molto comunista, molto marxista, dell’esodo dei migranti in Europa. Non vi è dubbio che la gran parte dei migranti scappa da terre in cui infuria la guerra, ma c’è anche un flusso migratorio, precedente alla guerra, di popoli poveri che esigono la loro fetta di torta. Non sono proprio proletari del mondo uniti, ma una massa di diseredati forse proprio impoveriti dalla «rapacità» del capitalismo e dai suoi fragili equilibri di guerra sul Mediterraneo. È un processo «inevitabile» come direbbe una certa interpretazione positivista del marxismo. Le fasce di poveri e indigenti negli stati europei vengono «controllati» con sapienza e rassicurati dai media che va tutto bene e che anzi andrà ancora meglio in futuro adesso che lacci e lacciuoli sono stati tagliati al libero sviluppo dell’economia.

L’ottimo principio dell’”aiutiamoli a casa loro” è talmente assurdo e impraticabile che al di là della propaganda politica nessuno ha mai fatto un progetto serio e finanziato. I popoli che l’Occidente ha aiutato a parte il fatto che ha creato un debito pubblico di quegli stati da portargli via la minima ricchezza, molto spesso sono andati a governi che hanno comprato armi.

Dilaga la lagna italiana di tutti, ma la situazione è oggettivamente difficile e nessuno ha la bacchetta magica per risolvere un tale problema epocale. La soluzione più praticabile, ma la più sanguinosa e improponibile, è stata la proposta del Ministero degli Esteri USA di sferrare un attacco militare in Libia con la guida decisiva dell’Italia.

L’Europa del Muro di Berlino e lo storico discorso di J.F. Kennedy sulla libertà dell’Occidente che non ha bisogno di Muri per garantire la libertà stessa sembra non reggere più. Alla richiesta di diritti, compreso quello alla vita, l’Europa ha eretto una decina di muri e segnato i confini con un inquietante filo spinato. E alla guida non abbiamo più né Kennedy né Chruščëv.

Buona fortuna

Europa dal Muro allo spinato marzo 3rd, 2016mario

Tagged: confini spinato, diego fusaro, kennedy, marx, migranti, muro berlino, valentina nappi


Originally published at www.marangon.biz on March 3, 2016.