OH IT’S A BOY

In tempi non sospetti, ovvero nell’ormai lontano Gennaio 2014, avevo pubblicato sul mio profilo personale di Facebook questa nota:

E di nuovo saremo tutti insieme, tre maschi e una bambina. Lei è molto contenta che noi siamo tre e lei una sola. Non ha mai desiderato mettere al mondo una propria simile. Forse perché è stata una bambina dispotica e capricciosa sino a quando io non l’ho afferrata con mano bramosa per un polso e non le ho dato mio figlio da portare in grembo, con grande perdita per la sua leggerezza di fanciulla e grande vantaggio per la sua saggezza di essere umano.
Non succederà niente, Il peccato, Zachar Prilepin

Ho sempre amato la letteratura, quella russa moltissimo, e in quel periodo ero in fissa con Prilepin. Questa citazione mi aveva colpito come una calda giornata di sole d’inverno, non sapevo — all’epoca- per quale motivo mi rassicurasse e mi descrivesse.

Un anno e un mese dopo scoprivo di essere incinta e, nonostante fossi in preda ad uno shock manco avessi la metà dei miei anni (quasi 31 per la precisione), desideravo ardentemente una bambina. Volevo follemente una mia copia: migliorata, più figa, con molto più talento e sognavo di comprarle centinaia e centinaia di vestitini da abbinare ai miei.

Un mese fa, mi veniva comunicato che l’ospite della mia pancia era un maschio e, oltre a dire addio ai sogni di moda abbinata mamma-bimba, capivo perché, tempo prima, avessi sentito così mia la frase di Prelepin. Il fatto è che io, come la ragazza del racconto, sono stata una bambina dispotica, viziata, capricciosa, protagonista. E no, non ero figlia unica: per fortuna ho una sorella minore che ha avuto il ruolo di smorzare questo carattere tanto ardente quanto ingestibile.

E proprio da ex bambina “primadonna”, posso dire che non potevo che essere la mamma di un maschietto. Così tra me e me, durante la morfologica, ho sospirato: “Oh, it’s a boy!”…ma per fortuna!, per mille mila motivi legati alla mia personalità spigolosa, ma tra tanti soprattutto perché:

  • odio il rosa e ancora di più il viola. Soprattutto se in tonalità confettose. Posso scendere a più miti consigli solo se estremamente di moda nella stagione di riferimento. Io amo il verde e il blu, i miei colori preferiti da sempre, e avessi avuto una bambina sarebbe stato difficile imporle i miei gusti in fatti di vestiti ed arredamento. Per fortuna i bambini non amano troppo scegliere i propri outfit, che poi di rado sono rosa, e posso tranquillamente scegliere le tonalità che più mi aggradano.
  • sono tremendamente capricciosa. Poi certo, in normalità mi comporto, a volte, anche civilmente oltre che a richiedere attenzioni regali e coccole (non troppe quest’ultime perché non sono una coccolona). E, per igiene mentale del mio compagno, posso dire che è fortunato ad avere una sola LEI (IO!) in casa da accontentare altrimenti saremmo state in due a fare le bizze :)!
  • sono diretta e spesso con poco tatto. Non per cattiveria, ma — per lo meno in casa — basta con la diplomazia. Se devo dire una cosa la faccio nel modo più semplice possibile, ma avessi avuto una piccolina dal cuore tenero non sarebbe stato facilissimo per me smorzare di colpo i toni.
  • amo essere al centro dell’attenzione di chi mi ama — no, ancora non sono diventata una pazza megalomane. Tuttavia sapere di essere al centro del cuore di, non uno, ma ben due ometti (tre se si considera mio padre) devo ammettere che appaga e delizia molto il mio ego.

Non pensate anche voi che avere un figlio maschio sia decisamente più avventuroso?!

Per queste ragioni, ma anche per molte altre, non potevo che aspettare un bambino e a tutte quelle che scrivono su quanto sia bello essere o diventare mamma di una femminuccia (e ne è invasa la blogosfera) voglio solo dire che io sono felicissima di non indossare delle belle lenti a cuore rosa (poi in futuro chissà), che preferisco vedere tutto dal fondo di una bottiglia verde, smeraldo, come nel fantastico mondo di Oz. Che tutto questo mi parla di avventura, più che di struggimento d’amore, e che io dalla mia vita non cerco altro.

Ciao,

Frankie

PS: mamme di maschietti, qual è la vostra opinione sul tema?!

Mi piace:

Mi piace Caricamento…


Originally published at myescapedream.com on June 21, 2015.