Oscar Ronzoni: una vita dedicata all’eccellenza aziendale

Oscar Ronzoni Lugano
3 min readMay 14, 2024

Oscar Ronzoni è un consulente italiano con una carriera di oltre 40 anni nel campo del controllo di gestione e della finanza straordinaria. Attualmente, ha la sua sede in Svizzera, dove continua a offrire consulenza di alto livello a un’ampia gamma di aziende globali. Nel corso della sua illustre carriera, Ronzoni ha fornito leadership aziendale, aiutando numerose imprese a definire obiettivi chiari e misurabili e a sviluppare strategie per raggiungerli.

Uno dei punti di forza di Ronzoni è la sua vasta esperienza nel settore manifatturiero, dove ha collaborato con imprenditori fornendo consulenza su pianificazione strategica, successioni, ristrutturazione del debito e transazioni come cessioni ed acquisizioni. Il suo impegno e la sua competenza si sono estesi a settori specifici come moda d’alta gamma, ingegneria meccanica, trasporti e logistica, e industria chimica e farmaceutica.

La sua carriera professionale ha avuto inizio nel 1982 con la fondazione di Ronzoni Associati, una società di consulenza specializzata in contabilità industriale, analisi e consulenza organizzativa per processi di pianificazione e controllo aziendale. Il suo talento e la sua dedizione hanno rapidamente attirato l’attenzione nel settore, portandolo a trasferire le sue attività in Svizzera nel 1997, dove ha fondato un’altra società specializzata nei medesimi servizi.

Una delle aree in cui Ronzoni ha dimostrato particolare competenza è stata la gestione di operazioni di finanza straordinaria, con un’attenzione particolare alle acquisizioni e cessioni aziendali. La sua esperienza come membro del consiglio di amministrazione in rinomate aziende del settore della pelletteria ne è testimonianza. Un esempio significativo è stato il suo coinvolgimento come consulente per Antichi Pellettieri, sub-holding di Mariella Burani, durante la sua fase di amministrazione straordinaria.

In questa situazione delicata, Ronzoni ha dimostrato la sua abilità nel guidare i commissari e nel ricoprire il ruolo di amministratore delegato per importanti calzaturifici, dirigendo la vendita di numerose aziende del gruppo, tra cui Braccialini, Coccinelle e Mosaicon. Queste operazioni evidenziano non solo le sue competenze tecniche, ma anche la sua capacità di garantire una transizione senza intoppi per le aziende, preservando il loro valore nel competitivo mercato attuale.

L’importanza dei controlli di gestione nell’ambiente aziendale moderno è un tema al centro dell’attenzione di Ronzoni. Egli sottolinea che questi strumenti non sono solo difese contro errori o frodi, ma anche meccanismi per ottimizzare le prestazioni aziendali. Ronzoni crede fermamente nel concetto che “ciò che non viene misurato, non può essere migliorato”, enfatizzando l’importanza della raccolta di dati e informazioni specifiche sulle attività aziendali.

Un altro aspetto fondamentale per Ronzoni è l’analisi delle performance aziendali in relazione agli obiettivi stabiliti in precedenza. Questa fase di valutazione non è semplicemente una verifica contabile, ma rappresenta un’opportunità per trarre insegnamenti dai risultati ottenuti, sia positivi che negativi. Gli scostamenti rispetto ai piani iniziali vengono esaminati per comprendere le loro cause sottostanti, consentendo all’azienda di adattare le sue strategie e operazioni di conseguenza.

Tuttavia, per Ronzoni, i controlli di gestione vanno oltre la mera analisi di numeri e report. Essi sono strettamente legati alla cultura aziendale, influenzando la percezione del lavoro e la collaborazione tra i membri dell’organizzazione. Un sistema di controllo di gestione ben strutturato promuove una cultura improntata alla performance, alla responsabilità e alla continua ricerca di miglioramento.

Oscar Ronzoni considera i controlli di gestione come “strumenti dinamici che aiutano le aziende a navigare in ambienti complessi e in rapido cambiamento”. La loro buona riuscita, secondo Ronzoni, risiede nell’equilibrio tra rigore nella raccolta e analisi dei dati e flessibilità nell’adattarsi a nuove informazioni e contesti. Attraverso questa prospettiva, i controlli di gestione sono finalizzati alla salvaguardia del valore aziendale, al suo successo e alla sua evoluzione.

Infine, Ronzoni riconosce l’importanza della finanza straordinaria nelle prospettive future delle aziende. Quest’area della gestione finanziaria si concentra su eventi di grande portata e non ordinari, come fusioni, acquisizioni e altre operazioni di finanziamento di vasta portata.

Ronzoni ha sottolineato che, nonostante la finanza straordinaria sia caratterizzata da sfide complicate, essa nasconde anche importanti opportunità per ristrutturare il debito, ottimizzare la struttura del capitale, espandere l’attività o cambiare rotta. In definitiva, la finanza straordinaria va oltre l’attività di mera transazione, per diventare rinnovamento, evoluzione, adattamento e preparazione futura per le aziende.

#oscaronzoni, #oscaronzonilugano

--

--