Open All Night

Perchè alla fine è normale aspettarsi il supermercato aperto alla domenica che se ho dimenticato il pane (che poi fa quasi sempre cagare) o la carta igienica faccio una scappata. 
Perchè è normale fare scelte solo in base a criteri economici, come sento dire.
Quando abitavo a Copenhagen un giorno sono andato all’Ikea durante un normalissimo sabato pomeriggio. Chiudeva alle 18.00. Erano le 18:30. 
Domenica chiuso.

Non ho un’idea precisa in questo momento riguardo a questa proposta ma non voglio ragionare con i soliti criteri.

E’ vero che ci sono categorie che devono (loro malgrado) garantire un servizio sempre (la croce rossa, i ristoranti, gli allenatori, …) ed è vero che non riusciamo più a guardare la settimana come un qualcosa che dà un ritmo alla nostra vita. 
E avere la certezza del tutto-aperto-sempre, sarà anche un esempio di modernità (chissà perchè poi) ma è un modo per dimenticarsi e rimandare.
Ho colleghi che, quasi vantandosi, lavorano sempre, non staccano mai, come fare una lunga medley infinita di canzoni tutte più o meno uguali.

Forse fermarsi alla domenica ridarebbe un po’ di senso, un po’ di ritmo, una pausa dalla canzone successiva, e un po’ di silenzio. Forse. 
Perchè forse (forse) non c’è quasi nulla di urgente da fare alla domenica… 
E se ho finito il sale o il caffè posso sempre andare dalla vicina. Che se ti va di culo di invita pure a cena.