I numeri, i numeri ed ancora i numeri dei Social Media!

Considerando la grande quantitá di esperti che negli ultimi mesi sta affollando il web, e la recente crescita della libreria del -Primo Capitolo in Omaggio e poi l’ebook-, ammetto di essere in difficoltá nel presentare un argomento che non contenga la solita ricetta: fai cosí, poi pomí etc…

No.Semplicemente una ricerca realizzata da da Socialmediaexaminer, un “site” negli Stati Uniti che segue le evoluzioni dei SM da quasi 9 Anni, quindi un pioniere.

Non volendo rivendere la farina del sacco degli altri, per chi volesse andare direttamente alla ricerca il link del PDF viene gentilmente apposto qui di seguito.
( nel caso per qualcuno non funzioni, che non si disperi, é sufficiente copiare ed incollare socialmediaexaminer nel browser e non si puo’ mancare. )
Cmq ecco il link

link

( meraviglioso isn’t it? )

Ora per chi si fidasse dello scrivente e gradisse un “Bignami” della questione, mi sia gentilmente concesso di riportare quelli che secondo me sono i tre punti piu’ importanti e una considerazione finale.

#1- Video is the next big thing.

#2- Linkedin sorpassa Facebook in termini di Advertising ( come percezione degli investitori ) nel B2B.

#3- Facebook Ad sono percepite da chi investe piú come un buon modo di far conoscere la Marca che come effettivo strumento di vendita.

Perché?

Sul video ho le idee molto chiare, non vuole essere autopromozione ma AlbatrossCube dal momento della fondazione ha messo il Video tra i suoi pilastri e non c’e’ quasi nulla che facciamo senza utilizzare il Video come contenuto chiave. E il mercato ci sta riconoscendo lo sforzo. 
Poi. Youtube sta superando Google come motore di ricerca. 
E ancora. Considerate che 4K che fino a 5 anni fa era un format accessibile solo alle produzioni cinematografiche oggi lo trovate anche su fotocamere a partire da 500 euro.
Microfono, un paio di lenti accessori. Con 2000 euro massimo sei in business. Poi quello che viene fuori e’ un altro discorso, ma l’accessibilita’ al Media oggi e’ veramente alla portata di tutti.

Linkedin. E’ comunque una piattaforma con contenuti migliori di Facebook per il business. In Facebook si riesce comunque a darsi un tono, profilando, scegliendo bene il pubblico e adottando tutte le buone intenzioni per non comparire tra il gattino di Nonna Adele e.. guardate questo filmato emozionante e condividetelo!! Ma alla fine in ogni caso l’utilizzo a volte “borgataro” non e’ in dubbio. E marche che hanno speso quasi un secolo per darsi un tono non vogliono apparire sotto l’Oroscopo di Zia Rita-cosa ne sarebbe di te se fossi nato in Groenlandia, scoprilo ora!
Scusa Facebook, sai benissimo quanto amiamo la tua capacita’ di distribuzione, ma sai anche quanto siamo attenti alle collocazioni pubblicitarie dei nostri clienti.

Sempre Facebook, e la vendita. Il modello clicca, apri una landing page, ti regalo un pdf se mi dai la tua mail cosí poi non mi ti scolli piu’ di ‘dosso, a nostro avviso ha le ore contate.. ma la funzione VIDEO e soprattutto il Live stanno offrendo opportunitá molto interessanti anche per i piccoli/medi investitori che in passato vedevano queste “medializzazioni” come io vedevo una Maserati quando avevo 16 anni. Irraggiungibile?
Ovvero. Passando dal primo punto, l’accessibilita’ del Video, e forse ne e’ una conseguenza, oggi per molti e’ possibile raccontare la propria offerta o il proprio prodotto ad una selezionata ed attenta platea con una maggior ricchezza di contenuti.

QUINDI.

Smettetela di scrivere ebook che non legge quasi nessuno.
Frequentate online un corso di editing, scaricate Final Cut Pro X dall’Apple Store e approfittatene.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Pierpaolo Andrenelli’s story.