La SeaShepherd interrompe dopo 12 anni le attività nel mare del Giappone

Paul Watson, fondatore di Sea Shepherd, dichiara che la sua organizzazione di volontari non può competere con la tecnologia satellitare militare giapponese, che può seguire ogni movimento delle sue navi e. accusa in particolare il governo australiano di dare sostegno alle baleniere giapponesi ostacolando in ogni modo le attività di Sea Shepherd.

In 12 anni di azioni contro le baleniere giapponesi, avendo salvato con le sue azioni di contrasto 6.500 dei grandi cetacei, mentre la quota annuale di caccia è stata ridotta da 1000 balene per stagione a 333. E assicura che Sea Shepherd «non abbandonerà mai le balene», ma formulerà un nuovo piano per contestarne la caccia.

Like what you read? Give Pietro Giangrasso a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.