La Giuffrida: la prima interrogazione di Progetto per il Futuro

Premesso che:

il complesso industriale noto come “ex distilleria Giuffrida” da diversi anni è stato abbandonato al degrado ed alla rovina senza che i privati o in via sostitutiva il pubblico abbiano proposto soluzioni per il recupero edilizio o comunque alla sua fruibilità;

Che tale complesso ubicato fra le vie Nettuno, Mazzini e Leonardo da Vinci ha una superficie di mq. 26.000 mq ed una volumetria di circa 82.000 mc. ; Nel vigente Piano Regolatore Generale l’area è classificata come zona “B2”, con destinazione d’uso residenziale con un indice di fabbricabilità di 2,5 mc/mq, soggetto a piano di lottizzazione esteso all’intera area perimetrata o a piano particolareggiato a giudizio dell’Amministrazione;

Che sul complesso in questione sono intervenuti nel corso degli anni vincoli ai sensi del decreto legislativo n.42 del 22. 01.2004, nonché dichiarazioni di fragilità strutturale di alcuni corpi di fabbrica;

Che a tal proposito , onde evitare pericoli per l’incolumità pubblica, è stata inibita la circolazione stradale nell’intera via Mazzini — dirimpetto il complesso edilizio — senza prendere in esame soluzioni alternative ,(tipo rete metallica adeguatamente alta posta nella mezzeria della carreggiata, soluzione che è stata adottata in via L.da Vinci dirimpetto la stazione ferroviaria) che avrebbero potuto essere praticate senza causare l’attuale danno al manto stradale,ai cittadini residenti, alla collettività tutta;

Con la presente si chiede

a) quali iniziative intende intraprendere per risolvere la questione, sia per l’immediato, ovvero il ripristino ancorchè parziale della circolazione stradale , che per ridare alla città la fruibilità dell’intera area in questione.

b) se si configurano danni all’immagine della città , alla sede stradale, ed ai cittadini che da tanti mesi non possono usufruire della normale circolazione sulla via Mazzini.

c) se è stato nominato un responsabile del procedimento.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.