Il credo del saper fare: breve intervista a Kiasmo

Beyond 7 (2003), stampa su carta fotografica

Kiasmo è un’azienda fondata nel 2011 dall’incontro dell’imprenditore Mauro Melissano con l’ingegnere Francesco Maggiore e l’architetto Vincenzo D’Alba, rispettivamente amministratore delegato, direttore creativo e designer di questa piccola realtà con vocazione internazionale e situata in un piccolo borgo del Salento. Kiasmo si caratterizza per una devozione totalizzante verso il design, inteso come processo creativo che “incrocia” differenti discipline: arte, architettura, moda, artigianato. I suoi prodotti, frutto della connessione con la produzione manifatturiera locale, sono simbolo della più pura espressione del made in Italy.

Una conversazione informale con Mauro, Francesco e Vincenzo ne definisce sinteticamente il mood.

intervista di Valerio Nicoletti per Puglia Design Store


I vostri oggetti di design sono pezzi unici (i vasi), in edizione limitata (i piatti) o in versioni personalizzabili (le piastrelle). Per quanto abbiano chiaramente una funzione — anche se io non me la sento di mangiare la pasta al tonno in un vostro piatto — tutti afferiscono a una dimensione estetica alta, e spesso sono accolti come “opere d’arte”. Sul vostro sito distinguete però le categorie art e design. La tassonomia è rigida? Oppure il design è diventato liquido?

La tassonomia è rigida perché corrisponde a discipline differenti. Il “liquido”, tuttavia, è sempre esistito tra arte e architettura. E ti assicuro che mangiare la pasta al tonno in un piatto Kiasmo è un piacere a cui non sottrarsi.

Serie di piatti “Prose”, “Paradise”, “Exiles” (2014–2015), ceramica, edizione limitata

Ho l’impressione che più che essere commercianti navigati, siate serendipicamente approdati al business, provenendo dalle arti umanistiche.
Ci raccontate questo viaggio?

È una scelta, non casuale, dettata semplicemente dal nostro casuale incontro. Per noi il commercio è fondato sull’ordine, sulla chiarezza e sulla qualità.

Che differenza c’è tra il fare arte per l’arte e la produzione orientata al commercio?

L’arte si fa con l’arte, la produzione si fa con l’industria.

Possibili combinazioni della piastrella “Fellowship” dalla serie “Bossage” (2015), decalcomania

Kiasmo produce oggetti vari, dai piatti in ceramica alle calze. Realtà apparentemente lontane, ma legate a specifici distretti produttivi del territorio salentino. Qual è il vostro rapporto con i comparti industriali tradizionali (calzaturificio, pelletteria, ceramica)?

La progettazione e produzione di prodotti apparentemente lontani dipende soprattutto dalla paranoia grafica di Vincenzo D’Alba conseguenza di un riconoscimento assoluto nella storia. Siamo dei conservatori. Conserviamo soprattutto le intuizioni. La geografia rimane estremamente funzionale a questa volontà.

Vincenzo D’Alba con alcuni vasi di produzione Kiasmo ancora grezzi

Kiasmo ha una vocazione internazionale, eppure avete scelto di operare dalla profonda provincia, basando il vostro quartier generale a Torrepaduli, frazione di Ruffano, Lecce. Che implicazioni ha questa scelta?

Crediamo nel Made in Puglia, prima ancora che nel Made in Italy.
Il margine geografico (Torrepaduli) è sempre un luogo ricco di contraddizioni e di stimoli.

Sede di Kiasmo, di notte e di giorno. La ristrutturazione deriva da un attento studio delle pre-esistenze e in alcune parti è stata realizzata a mano. L’edificio, nel centro storico di Torrepaduli, ospita oggi gli uffici, uno spazio espositivo e un’area ricreativa all’aperto. Progetto di allestimento di Vincenzo D’Alba

Nella sezione shop del sito, è presente la categoria architecture. Significa che “vendete” anche architetture? Una sorta di e-commerce “dal cucchiaio alla città”?

L’architettura ci ha formato. Non potevamo tradirla. Preferiamo un’opera d’arte totale, ma senza imposizioni, per una religione monoteistica del saper fare.

Da quando vi conosco vi ho sempre visti sereni e un po’ melanconici, mai un’espressione corrucciata sul volto. Il mito dell’“artista maledetto” non vi si confà. Siete immersi in una placenta cosmica di serenità o dissimulate?

Dissimuliamo. Dissimulare il contrario sarebbe più facile, credici!

Quali sono i progetti commerciali e artistici di Kiasmo per i prossimi mesi? Volete darci qualche anticipazione?

Divani, cuscini, mantelli, barche.


I prodotti di Kiasmo sono in vendita nel concept store Puglia Design Store, ospitato all’interno di Spazio Murat, in piazza del Ferrarese a Bari, assieme a tanti altri prodotti di designer, artigiani e aziende pugliesi. A breve anche online, sull’e-commerce di Puglia Design Store.