Aporia è arrivato

Scopri il nuovo romanzo giallo

So che ti stai chiedendo “Che cos’è Aporia?”
In breve, Aporia è il mio nuovo romanzo giallo incentrato su un’indagine di Edoardo e Kwame, ma il termine ha un significato e caratterizza sia il libro sia il metodo investigativo che i due adoperano.
Quindi per rispondere, ti presento il romanzo da tre punti di vista: l’origine razionale, l’intreccio della trama, l’indagine che si lega al passato degli investigatori.

Ragione

L’idea del libro mi è venuta proprio dalla parola “Aporia” perché in ogni giallo c’è un enigma che spinge gli investigatori a dover ragionare per trovare il bandolo della matassa.
Ti è mai capitato di tirare il laccio della scarpa e quel nodo che sempre facilmente si scioglie invece non si scioglie? Anzi, si stringe così forte che mette a dura prova le tue unghie. La verità è che vorresti accanirti anche con i denti. Sembra un nodo inestricabile.
I problemi logici possono essere dello stesso tipo. “Aporia” è il termine che identifica una difficoltà insolubile di un ragionamento, quella difficoltà in cui ti imbatti quando più soluzioni sono ugualmente valide, ma devi trovare quella esatta. Un po’ come nel nodo inestricabile in cui devi trovare il tratto da tirare per primo per sciogliere il garbuglio.
La metafora dei lacci non è presa a caso, visto che Kwame nel libro dovrà scioglierli davvero con i denti, ma qual è l’Aporia che mette a dura prova i due investigatori?
L’Aporia è quella che implicitamente contraddistingue ogni giallo: sapere chi dice la verità.
E se invece si potesse sapere chi mente?
Si potrebbe agire diversamente, come fanno Edoardo e Kwame. Uno è capace di adattare i suoi princìpi alle circostanze mantenendo la sua morale ferrea, l’altro può sapere quando menti ma ciò non impedisce loro di imbattersi nell’Aporia della verità, che ti lascio scoprire nel libro, e dover cercare prove e conferme.

Trama

Ora ti parlo della trama del libro. La trama di un giallo sembra non rivelare mai nulla sul mistero che racconta, certo non può dirti chi è il colpevole, o i colpevoli, ma vorrei farti notare che qualcosa rivela. Se metti a frutto le tue doti da investigatore, dalla trama riesci a scoprire qualcosa.
Eccola qui:

Milano. Settimana della moda. Federica scompare dopo aver assistito ad una sfilata. Per ritrovarla, i suoi genitori ingaggiano Edoardo e Kwame, due investigatori che dimostreranno abilità particolari. Federica è una ragazza appassionata dell’arte sartoriale, intraprendente e ambiziosa: vuole diventare una stilista, studia all’Istituto Marangoni e cerca in tutti i modi di rubare il mestiere. Suo padre è un produttore di tessuti e ha introdotto Federica nel mondo della moda. La ragazza ha contribuito alle prove della sfilata e ha fatto amicizia con le modelle. Soprattutto con Gerdie Lang, un tipo bizzarro che si sta costruendo la fama di modella ribelle.
Gli investigatori scoprono che Federica ha proseguito la serata in compagnia di Gerdie, ma il mondo della moda non è popolato solo da modelle e fotografi. Trovare Federica non basta più, Edoardo e Kwame devono salvarla, devono riannodare il filo che lega Federica ad un inatteso destino per tirarla fuori dai guai.

Cominciamo dall’inizio: le prime parole, luogo e tempo, sono fondamentali. Oltre a stabilire subito l’ambientazione ti dicono che la storia si svolge su un palcoscenico importante, durante un evento su cui sono puntati i riflettori internazionali.
Federica segue una modella dal nome straniero e suo padre è un produttore di tessuti, quindi legato al mondo della moda che appunto non è popolato solo da modelle e fotografi. La ragazza studia all’Istituto Marangoni, ruba il mestiere, contribuisce alle prove della sfilata, quindi in questo mondo c’è già entrata anche se forse non è addentrata.
Se pensi alla moda, pensi ai fotografi, alle luci, ai brillantini degli abiti che riluccicano, specchietti per le allodole. In questo mondo spesso si bada all’apparenza, tutto sembra superficiale, di poco conto, ma quando sei in compagnia di una modella ribelle, un tipo bizzarro, potresti finire in un brutto guaio.
Anche senza volerlo.
In fondo, a volte si tratta solo di conoscenze poco affidabili ed eventi concatenati, legati fra loro dal filo del destino. Sì, c’è di nuovo in mezzo un filo che si lega al passato degli investigatori e mi permette di parlare un po’ di loro.

Indagine

Edoardo e Kwame hanno un’agenzia di investigazioni a Roma e vanno a Milano per ritrovare Azmera, un’amica di Kwame, e quando sono lì, accettano di cercare Federica. Anche Azmera è legata al mondo della moda, e la sua ricerca si sovrappone a quella di Federica, infatti Kwame lascia Edoardo per seguire una traccia di Azmera. Nel frattempo, Edoardo continua la ricerca di Federica.
Il giorno dopo, Kwame riappare, non ha trovato la sua amica.
I due investigatori riprendono la ricerca di Federica ma sono in un vicolo cieco, per superare la difficoltà seguono un’idea e presto non si avranno più notizie di Kwame, di nuovo.
Se vuoi sapere cosa è successo a Kwame e perché Edoardo finisce legato a una sedia davanti a una piscina, non ti resta che leggere il libro.


Aporia di Renato Mite

Aporia

Romanzo, Thriller Giallo
152 pagine

Due investigatori con abilità particolari, una ragazza scomparsa, una lotta contro il destino.

Leggi l’estratto

Approfitta della promozione lancio, acquista l’ebook su Amazon e leggilo durante le vacanze.

Fammi sapere se ti è piaciuto, aspetto i tuoi commenti.