#lamiastoriaconInternet

Mi piace definirla così: un’intensa e splendida relazione tra due coniugi, così innamorati quanto scorbutici, così capaci di grandi cose ma a volte così diversi.

Da sempre mi dichiaro un’amante dell’analogia e della carta, senza le quali non saprei come scandire le mie attività quotidiane, sia lavorative che personali. A OneNote preferisco i block notes e la lista della spesa che puntualmente perdo, alle notizie online scelgo il giornale da sfogliare la mattina durante la colazione oppure la sera quando rientro dall’ufficio, tra Amazon, la spesa a domicilio e gli innumerevoli marketplace di oggi continuo a preferire la contro-tendenza, il supermercato dietro casa o il negozio in centro storico. Quindi sì, diciamo che #lamiastoriaconinternet e, più in generale, con la tecnologia, è alquanto strana e buffa, perchè: io lavoro con Internet ogni giorno, da 4 anni a questa parte, sebbene i primi segni di avvicinamento risalgono all’Università e al mio — ahimè non più valido, tesserino da pubblicista.

Il nostro rapporto è iniziato proprio da un progetto editoriale nato e rivolto ai giovani 2G — Seconde Generazioni, figli di immigrati nati e/o cresciuti in Italia desiderosi di farsi conoscere raccontando esperienze personali, idee politiche e, soprattutto, affermare il proprio pensiero in un paese in così forte trasformazione sociale e culturale come l’Italia. Eravamo una redazione, un team, davvero multietnica, affiatata ed entusiasta di aprirsi al “popolo attraverso il web” parlando di cultura, creando dibattiti e scambi di opinioni cosi diverse e sfaccettate che anche la radio, la tv e i quotidiani ne sono stati attratti.

Le strade che il caso ci riserva si sa, sono imprevedibili, e nulla è più vero per me che, grazie a un progetto di ricerca condotto all’Università, mi sono affacciata a quella che in questi anni è una delle mie passioni più grandi: la User Experience e tutto ciò che riguarda il comportamento degli utenti online.

Il passato continua ad avere un fascino che inevitabilmente mi attrae a sé come un magnete, ma #lamiastoriaconinternet è altrettanto forte e ricca di passione, al punto che ogni giorno scelgo di rinnovarla e renderla meno lunatica.

Like what you read? Give Riham Hamzawi a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.