EMODI e CUC sono 2 intelligenze artificiali avversarie… da ieri però hanno iniziato a parlarsi, e forse si sono messe d’accordo.

23 Febbraio 2032.

Quasi dieci anni fa, la città di Londra ha avviato un programma sperimentale per l’analisi di comportamenti sociali, demografia, mobilità, istruzione, salute e occupazione. Da allora si sono ottenuti risultati entusiasmanti grazie all’enorme disponibilità di dati ed allo sviluppo contemporaneo di due agenti intelligenti avversari di nome EMODI e CUC.

EMODI è l’intelligenza “verticale”, l’agente egoistico il cui ruolo è massimizzare la funzione obiettivo che le viene assegnata. CUC invece è l’intelligenza “orizzontale”, quella alla perenne ricerca del massimo interesse collettivo.

In condizioni normali, EMODI e CUC interagiscono come avversari nella generazione di miliardi di futuri possibili, alla ricerca ciascuno di quello preferibile. Le loro elaborazioni sono utili agli uomini per fare scelte migliori. Da qualche giorno però questa normalità sembra essere diventata meno normale. Si dice in giro che EMODI e CUC si siano messe d’accordo. Sì, ma nessuno sa su cosa.

L’unica cosa certa è che Elizabeth sta rischiando di morire.

L’ambulanza a guida autonoma che la sta portando in ospedale è rimasta intrappolata in mezzo al traffico a causa dei semafori impazziti. E mentre qualcuno comincia a notare una bambina che batte disperata le mani da dietro il vetro di un’ambulanza senza guidatore, Peter -un medico che sta andando alla festa di compleanno della moglie- vede improvvisamente la sua UBER ride cambiare percorso ed arrivare proprio lì, nella strada parallela a quella di Elizabeth.

Peter sente persone implorare l’arrivo di un medico e scende di corsa dall’auto, corre verso il capannello di agitati curiosi, afferra Elizabeth e capisce che è in shock anafilattico. Lo stesso shock che Peter ha avuto quando aveva 17 anni, quando fu salvato da un’iniezione di adrenalina. Borsa. Siringa. Braccio. Adrenalina. Sudore e calma. Elisabeth finalmente respira.

Nel frattempo un video filmato da un passante finisce nelle news del Guardian quasi immediatamente. Il motivo? L’account compromesso dell’autore del video lo ha twittato con dei tag che lo infilano dritto nell’ultima conversazione di Jack, un giornalista del Guardian, che lo vede e lo pubblica immediatamente. E così, in pochi secondi, Peter diventa l’eroe del giorno.

Piccolo problema: cosa ci faceva Elizabeth, la figlia del primo ministro, da sola su un’ambulanza robot, in pericolo di vita e intrappolata in mezzo a due file di macchine? E cosa ha portato Peter ed un signor qualunque con un account twitter compromesso lì, nel posto giusto al momento giusto? EMODI e CUC si sono messe d’accordo ed hanno messo in pratica uno dei loro futuri possibili. Ma cosa c’entra Elizabeth?

-

Cover image is a caption from: https://giphy.com/gifs/robot-invasion-pIMlKqgdZgvo4


Riccardo Zanardelli è Digital Business Development Manager di Beretta. Laureato in Ingegneria, ha svolto gran parte del suo percorso professionale in ambito marketing B2B e B2C. Dal 2016, si occupa di business transformation e servizi a forte componente digitale. Appassionato di economia digitale ed informational privacy, nel 2018 ha pubblicato “OPAL e Contratto-Codice: un modello di data ownership consapevole e performante per cittadino e business”. E’ membro dell’advisory board di “Quota 8000 — Service Innovation Hub” presso TEH Ambrosetti. Dal 2000 si occupa di digital art come ricercatore indipendente. Alcuni dei suoi progetti sono stati acquisiti dalla collezione permanente ArtBase di Rhizome.org — NY (2002) ed esposti alla Biennale d’Arte Contemporanea di Montreal (2004), oltre che da The Trampery e Barbican in occasione di Interface Monthly (Londra, 2016). Nel 2015, ha realizzato FAC3, uno dei primi artwork al mondo a sperimentare l’uso d’intelligenza artificiale. E’ sposato e padre di due figli.

Unlisted

Riccardo Zanardelli

Written by

Digital Platforms @ Beretta | Engineering | New Media Arts

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade