10 consigli per un 2017 più felice e alla larga dallo stress

Happy New Year di Ivan David VQ

Il 2017 sta per arrivare, è tempo di bilanci dell’anno passato e di buoni propositi.

Dopo aver trascorso un 2016 ricco di tante piccole soddisfazioni, voglio condividere con te come le ho raggiunte. È il frutto di varie letture e di studi sulla gestione del tempo. Semplici consigli che parlano di serenità, produttività e salute.

1. Allenati ad essere ottimista

L’ottimismo migliora la vita! Lo dimostra la “psicologia positiva”, nuova scienza che studia come rendere più felici le persone che stanno bene , non affette da patologie psicologiche.

Una delle scoperte centrali dello psicologo statunitense, Martin Seligman, è che le persone particolarmente felici e resilienti si concentrano sui loro punti di forza e cercano di svilupparli, piuttosto che su ciò che non gli va bene.

Quindi usa al meglio le tue capacità e sdrammatizza le situazioni negative vedendo sempre l’altro lato della medaglia. Non tutti nasciamo ottimisti ma possiamo allenarci a diventarlo per vivere meglio.

Per i più interessati consiglio il video: La nuova era della psicologia positiva

2. Non trascurare le relazioni sociali

Concediti del tempo da passare con persone a cui tieni veramente, coltiva i rapporti sociali non solo telematicamente.

L’università di Harvard sta portando avanti il più lungo studio sulla felicità di tutti i tempi, 75 anni a seguire le vite di 724 uomini di differenti ceti sociali, adolescenti ormai ottantenni. Il messaggio più chiaro che si è ottenuto dalle decine di migliaia di pagine raccolte su queste vite? Le persone più felici non sono le più ricche, né le più belle, né le più intelligenti, ma le persone più felici sono quelle che hanno buone relazioni, con la famiglia, amici e comunità. Sono più sane e vivono più a lungo di persone meno connesse (video: La più lunga ricerca sulla felicità).

Per aumentare le tue relazioni sociali partecipa ad eventi che ti interessano. Non aspettare che qualcuno venga con te, andarci da solo non è da “sfigato” ma da “interessato”, vedrai che non sarai l’unico.

Quindi investi del tempo sulle relazioni sociali ne guadagnerai in salute e benessere.

3. Coltiva almeno una delle tue passioni

Capita che le passioni siano le prime cose a cui rinunci quando hai molti impegni, considerandole come sfizi di cui puoi fare a meno, invece sono proprio quegli sfizi che ti caricano di entusiasmo.

Trova sempre una finestra nella settimana, pur se piccola, da dedicare ad almeno una delle tue passioni, e se non ce l’hai o l’hai abbandonata, cercane altre, scova in tutti i campi e la troverai.

Ad esempio se ti piace la fotografia potresti iscriverti ad un corso in modo da avere un appuntamento fisso a settimana e trovare persone con cui condividere la tua passione.

4. Fai una cosa per volta

Quante volte pensi di recuperare tempo facendo più cose alla volta? Il mondo del lavoro e della scuola osannano il multitasking, ma la ricerca mostra chiaramente che svolgere più compiti simultaneamente riduce la produttività, genera stress e alta probabilità di errori (fino al 50%).

John Medina (biologo molecolare specializzato nello studio dei geni implicati nello sviluppo cerebrale) nel suo libro “Il Cervello. Istruzioni per l’uso” spiega come una piccola distrazione possa distogliere l’attenzione a tal punto da richiedere 10 minuti al nostro cervello per tornare nel precedente stato di attenzione. Quindi occhio alle notifiche!

Se davvero vuoi usare bene il tuo tempo focalizzati su una cosa, puoi iniziare dandoti degli intervalli di tempo in cui eviti tutte le distrazioni e silenzi tutte le notifiche.

«Quando sei sempre online sei sempre distratto» (John Medina)

5. Se un’azione richiede meno di 2 minuti, falla subito!

Si chiama la regola dei 2 minuti e non hai idea di quanto possa cambiarti le abitudini. Chiunque abbia iniziato ad applicarla ha visto subito i suoi vantaggi, è uno dei consigli che mi dà maggiore soddisfazione.

E’ semplicissimo utilizzarla, ogni qualvolta ti torna alla mente qualcosa da fare devi chiederti ”Richiede meno di 2 minuti?” se la risposta è sì, falla subito. Ti aiuta a liberare la mente da piccoli pensieri e dà un immediato stato di soddisfazione. Sono certa che oggi stesso avrai modo di testarla.

Puoi usarla in situazioni come: “Ah, devo mandare un messaggio alla mia amica per la cena di domani!”

a) Atteggiamento usuale: “ok, faccio questa cosa e poi lo mando”.. dopo 10 minuti si ripete la stessa situazione.

b) Mi pongo la domanda “Richiede meno di 2 minuti? ”.. “Beh sì”… ... “Ok mandato”.

6. Libera la mente

Scrivi ogni cosa da fare su un unico sistema, non tenere tutto nella tua mente. Numerosi studi dimostrano come la mente sia fatta per avere le idee non per memorizzarle!

«Fai uscire ogni cosa dalla tua mente. Prendi le decisioni riguardo le azioni necessarie nel momento in cui il problema compare — non quando esplode .» (David Allen)

Se usi la tua memoria come sistema di organizzazione, la tua mente sarà sovraccarica e incapace di farlo bene perché non è quello il suo compito e di conseguenza ti sentirai più stressato. E’ il concetto chiave del famoso sistema di gestione del tempo di David Allen, GTD (Getting Things Done). Quindi niente più mente sovraccarica, note sparse sul cellulare, su foglietti volanti o mail lasciate nella casella di arrivo come promemoria, ma tutto su un UNICO sistema. Scegli quello che fa più per te, un taccuino o un’applicazione, es. Evernote, e portalo sempre con te.

Ti sentirai meno stressato, più libero e invogliato ad organizzarti al meglio. Essere meglio organizzato e pianificare le cose è uno dei principi della psicologia positiva.

7. Usa al meglio i tempi di attesa

Ti capiterà di avere dei momenti della giornata in cui sei obbligato ad… attendere!!! File.. treno… autobus… macchina…

Utilizza questi momenti per prenderti una pausa e rilassarti ma se inizi a provare quella sensazione fastidiosa che sale cioè l’irritazione o l’ansia che stai perdendo tempo intervieni subito, prima che la situazione inizi a stressarti! Prendi il tuo unico sistema di memorizzazione e troverai qualcosa di importante da fare, come chiamare un amico che vuoi sentire da tempo, leggere un articolo nella lista dei preferiti o un libro che ti porti dietro da tempo, ascoltare nuova musica, e così via..

Fai in modo di avere una lista già pronta, basta contrassegnare tra le attività del tuo unico sistema quelle che puoi fare “Ovunque”. Averla già pronta serve perché nei momenti di irritazione ti si rabbuia il cervello e potresti aver voglia solo di lamentarti o scrivere un post di polemica su Facebook. Attento però! In questo modo rischierai di perdere il tuo turno o la tua fermata, a me è capitato! Avrai trasformato l’attesa in un momento produttivo, e meglio ancora piacevole, della giornata. E’ una bella soddisfazione.

8. Dormi bene e il giusto

Il modo migliore per iniziare la giornata? Svegliarsi riposati!

Dormire riduce lo stress ed è un toccasana per il cervello. Fissa nella mente le informazioni utili, ci permette di concentrarci, di avere idee nuove e trovare soluzioni a problemi che solo la sera prima sembravano insolubili. Alcuni studi dimostrano che si dovrebbe riposare almeno 7 ore a notte per rendere al massimo.

Un buon consiglio per un sonno migliore è evitare l’uso di dispositivi con schermo luminoso a letto, o meglio due ore prima di addormentarti.

« Il sonno deve essere importante perché spendiamo 1/3 della nostra vita a dormire!» (John Medina)

Se vuoi divertirti a vedere la qualità del tuo sonno prova l’applicazione “Sleep Cycle”, o se vuoi migliorarla segui i consigli di questo video “How to Sleep Better”

9. Muoviti!

Usa ogni occasione che ti capita durante la giornata per muoverti!

Puoi fare le scale, almeno per metà del percorso, fare due passi, scendere dall’autobus poco prima della tua destinazione, se è pieno e c’è traffico ti servirà anche per scaricare il probabile stress accumulato nel viaggio.

Sia chiaro che non stai perdendo tempo! Lo stai semplicemente utilizzando per guadagnare maggiori prestazioni cognitive. Come dimostra John Medina nel suo libro “Il Cervello. Istruzioni per l’uso, una vita all’insegna dell’esercizio fisico può significare un incremento, talvolta stupefacente, delle prestazioni cognitive, rispetto a quanto si riscontra in soggetti sedentari.

Quindi parti dalle piccole azioni quotidiane e se vuoi sfruttare al meglio le prestazioni cognitive inizia un’attività fisica che ti diverte, solo così avrai lo stimolo per continuarla.

10. Mangia i frutti di stagione

Non puoi pensare bene, dormire bene se non hai mangiato bene!

Ricaricati di energia iniziando a preferire frutta e verdura di stagione, avrai molti benefici sulla salute, sul gusto e sulla genuinità. I frutti di stagione hanno infatti maggiore quantità di nutrienti e principi attivi, sono più profumanti e saporiti, hanno costi ambientali più bassi perché non richiedono la produzione di energia per le serre.

Ti consiglio di acquistare in un GAS (Gruppo di Acquisto Solidale), gruppi fatti di persone che decidono di acquistare insieme seguendo criteri ben definiti e in un’ottica di solidarietà. Mangerai naturalmente più frutta e verdura, saporita e profumata! Cerca subito quello più vicino a casa tua.

Ed ora.. comincia subito!

“Lo stress è l’epidemia mondiale del 21° secolo (Organizzazione Mondiale della Salute)

Scegline subito qualcuno (richiede meno di 2 minuti) e pian piano rendili tutti parte della tua quotidianità. Sono sicura che così vivrai… un 2017 più felice e alla larga dallo stress!

Se questa lettura ti è piaciuta, lascia un cuoricino qui sotto, sarà molto apprezzato. Grazie.

Per altri spunti sul vivere al meglio la quotidianità visita il mio sito www.saragiuliani.it e se vuoi restare aggiornato sui prossimi articoli iscriviti alla mia newsletter. Grazie.