Una gita fuori porta insolita quella di domenica 22 luglio: poche ore, tanti sorrisi, un edificio in costruzione e un materiale quasi magico. Accompagnata dalla mia famiglia e da Elena (www.openspace14.it) ho visitato uno dei rari edifici del Veneto che sarà realizzato in legno e paglia: Casa Respiro.

Struttura in legno e tamponamento in balle di paglia

Già il nome scelto per questa nuova “creatura” è qualcosa che non può che incuriosire un architetto come me. …


Avere una piscina nel proprio giardino di casa è un sogno che non pochi di noi hanno. Il piacere di godere del refrigerio dell’acqua fresca durante un’afosa giornata d’estate, ci fa dimenticare che le piscine convenzionali non sono però molto sostenibili, infatti utilizzano notevoli quantità di prodotti chimici per la pulizia dell’acqua, come il cloro, per non parlare delle spese di manutenzione, in elettricità e dell’enorme quantità d’acqua utilizzata.

Esiste un’alternativa a questa tipologia di piscine? Certo! Sono le piscine biologiche o biopiscine.

In queste piscine si sfrutta tutto il potenziale della natura.

La biopiscina dell’azienda agrituristica “I canarini” di Fossalta di Piave (VE)

Alla depurazione dell’acqua ci pensano le piante…


La partecipazione: per me, una grande scoperta. L’architettura: continua ad esserlo sempre di più!

La partecipazione è libertà, libertà vera, come cantava il grande Gaber, è condivisione, inclusione, socializzazione, è la migliore condizione per conoscere e imparare.

E che grande responsabilità sociale ha l’architettura: creatrice di spazi e quindi di emozioni, sensazioni di benessere o malessere, di situazioni, di possibilità.

Uno spazio privo di barriere e ostacoli, fruibile facilmente e accessibile dalla maggior parte di persone, se non da tutti, massimizza queste possibilità: la socializzazione, il movimento, l’interazione e perciò la partecipazione.

L’accessibilità diventa sinonimo di partecipazione.

Questa semplice riflessione…


Un altro post dal mio vecchio blog che accenna a varie tematiche a me care, come l’utilizzo di materiali naturali e la loro la sostenibilità, l’autocostruzione e la salubrità degli ambienti, temi a cui dedicherò in futuro approfondimenti dedicati; per ora vi offro una breve lettura, quasi… “da fiaba”.

“Come costruire una casa solida e sicura? La fiaba dei tre porcellini insegna che se vogliamo salvarci dal “lupo” paglia e legno non sono affidabili tanto quanto il buon vecchio mattone. Ma se volessimo una casa sicura e duratura, ma anche efficiente dal punto di vista energetico, attenta alla sostenibilità ambientale…


Recupero un vecchio post di ben sette anni fa (era il 2010) da un mio blog dimenticato da Dio… il blog lo si può dimenticare, ma per quanto riguarda il post, sarebbe un peccato!

L’articolo è stato scritto a quattro mani, dalla sottoscritta e dalla mia amica Caterina Pagnin.

“E’ una vera e propria diatriba quella che è venuta a crearsi a Quarto d’Altino (VE) tra l’amministrazione del nostro piccolo Comune e la cittadinanza stessa. A fare da pomo della discordia è l’area riconosciuta dalla gente con il nome di “giardinetti”, una porzione di verde di circa 11 mila metri…


Quando è il momento giusto? Ora!

Se avessi dovuto aspettare che tutto fosse in ordine, come piace a me, non avrei mai cominciato, ma troppi sono i messaggi, espliciti e non, che ogni giorni mi dicono: “vai, prova, comincia…”, e quindi eccomi qui a scrivere, consapevole che non è ciò che mi riesce meglio o risulta più facile e naturale, ma ci provo.

Dopo la laurea in architettura, mentre lavoravo in un piccolo studio vicino casa, mi sono chiesta se davvero quello che stavo facendo era il lavoro che tanto sognavo da piccola (oltre all'insegnante…), quando scarabocchiavo su pezzi di…

Sara Rossi

Architect interested in participatory approaches, development and sustainability.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store