Ci sono mille modi per farlo senza coinvolgere il prossimo a tutti i costi, perché dunque?
Italia to Australia
Ittō Ogami
11

Qualche anno fa, mi trovai in una situazione simile. Facevo il pendolare, la mattina presto, binari stracolmi, treni fermi, il morto suicida.

Ricordo bene il fastidio che provai, dato dai piani che saltarono, appuntamenti da spostare ecc. Poi iniziai ad ascoltare le persone intorno a me, una più incazzata dell’altra, che smoccolavano contro il suicida che appunto, poteva andare a morire un po’ più in là.

Li provai un altrettanto fastidio per l’enorme difficoltà che la gente ha (me compreso) nell’atto dell’empatia verso chi fa un gesto estremo come quello. Non giustifico né l’atto né l’egoismo di cui parli, per cui ci sarà sicuramente un aspetto psicologico del “sentirsi vivi” di cui non voglio parlare ora. Ma non posso nemmeno ignorare l’egoismo dei vivi che, in maniera meno manifesta, è presente quotidianamente nelle relazioni.

Sono troppo moralista. Lo so.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.