Perché il successo di Zalone ci fa malissimo
Nicolò Carboni
3710

Io avevo un serio pregiudizio contro di lui stesso, prima di vedere il suo penultimo e terz’ultimo. Lo ritenevo insulso e stupido nella sua cafonaggine. Ma da quei film e dal trailer del nuovo (che non ho ancora visto, che non correrò a far file nelle sale, ma che certamente prima o poi guarderò), un po’ mi sono ricreduto. La sua cafonaggine è la cartina tornasole, tutta italiana, del ridere delle proprie disgrazie, delle proprie miserie, situazioni che ogni giorno circondano il nostro mondo. E’ una comicità amarognola, non da premio Oscar, e che non uscirà dall’Italia perchè è all’Italia che si rivolge. E nemmeno probabilmente il Ministro si doveva scomodare. Ma sicuramente del bene l’avrà fatto, dando da lavorare molto di più dei puristi della scena, che, nella fretta di scrivere prolisse critiche al disfacimento dell’impero, nemmeno rileggono.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.