Quel che è di Cesare
Matteo Bordone
212

mi piace molto il tuo paragone con i mancati funerali di Welby.

La Chiesa non è mai né giusta né davvero compassionevole, ho fatto il liceo dalle suore e l’ho imparato lì che fondamentalmente tu puoi fare tutto quello che vuoi…. basta che non lo dichiari apertamente e metta in imbarazzo il sistema.

Welby doveva decidere in sordina, agire in sordina e tutto sarebbe andato liscio.

E venendo al Boss… beh, direi che probabilmente lui e il suo clan saranno fedeli fedelissimi alla parrocchia, avranno fatto donazioni farcite con intimidazioni velate e il povero parroco, come solito, in caso abbia consultato i superiori sul da farsi, avrà ricevuto caldi consigli su come lasciar correre.

in fondo, come ricordi tu, non è mai stato condannato.

infine, lo sdegno.

ecco lo sdegno mi fa ridere, perché è il frastuono creato per nascondere l’incapacità assoluta di colpire i criminali, un a serie di polemiche più o meno sincere, perfette per distogliere l’attenzione dal vero problema : non siamo stati capaci di dargli una regolata da vivo e pretendiamo che lui se la dia da morto?!

ma per favore.

lui e la sua gente ci hanno sbattuto in faccia quello che sono e ci stupiamo fintamente di non averlo mai saputo?!

siamo falsi, mentiamo a noi stessi, e d’altronde la fintissima morale di derivazione cattolica questo ci insegna: fai quello che ti pare e non dare nell’occhio.