Una Nuova Avventura / A New Adventure

Ok, credo che questa situazione debba essere spiegata. Se eravate soliti visitare questa pagina sarete sicuramente sorpresi vedendo ciò che è accaduto, perché un sacco di cose sono cambiate con l’inizio del nuovo anno. Sono abbastanza sorpreso anche io, perché appena tre settimane fa non stavo nemmeno pensando di cambiare il nome, l’immagine e lo stile del mio blog. Ma poi ho realizzato di voler percorrere una strada differente rispetto a quella che stavo attraversando. 14.25 ha rappresentato un punto di partenza ed è stato un bellissimo luogo dove esprimere i miei interessi, sentimenti e passioni in un modo che le persone potessero trovare interessante. 14.25 è stata la chiave che ha dato inizio ad un processo, e se adesso sono quello che sono, e se voglio essere ciò che voglio essere, 14.25 ha sicuramente giocato un ruolo molto importante. Gli ultimi due anni sono stati un’esperienza incredibile ed è anche capitato che un mio articolo venisse pubblicato sul sito di Rivista Undici, uno dei più importanti magazine calcistici e sportivi d’Italia. Tutto ciò è stato fantastico e non rinnegherò mai ciò che ho fatto, ma in questo momento ho sentito la necessità di un rinnovamento completo. Ed è questo bisogno di rinnovamento che è responsabile per la nascita di The Beckham Rule, che mi auguro possa essere divertente da gestire quanto 14.25. Come il suo antenato si occuperà di molti e differenti argomenti sportivi, ma sarà principalmente dedicato al calcio, al basket NBA e al ciclismo. Uno dei suoi principali obiettivi è di fornire materiale di qualità sia in italiano, parlando di soccer e NBA, che in inglese, parlando di calcio italiano, e anche di offrire in parti uguali storie e notizie ai suoi lettori. Voglio che The Beckham Rule sia qualcosa di più di un semplice blog di un diciottenne. Voglio che sia un luogo sicuro per opinioni, approfondimento e informazione. So che è una sfida enorme, ma come disse Wayne The Great Gretzky, uno sbaglia il 100% dei tiri che non fa, e credo che questo sia il momento della vita di una persona in cui è necessario tirare per realizzare i propri obiettivi.


Ok, I think that this whole situation needs to be explained. If you used to visit this Medium page you’ll surely be surprised to see what happened, because a lot of things are changed with the beginning of the new year. I’m a little surprised too, because barely three weeks ago I wasn’t even thinking about changing completely the name, the look and the style of my blog. But then I realised that I wanted to pursue a different path rather than the one I was running across. 14.25 was a starting point and has been a great place where to express my interests, feelings and passions in a way that people could find interesting. 14.25 has been the key that unlocked a process, and if I am what I am now, and if I want to be what I want to be, 14.25 has surely played a very important part in it. The last two years have been an incredible experience and it also happened that one of my articles was featured on Rivista Undici, one of the most important magazines about soccer and sports in Italy. All of this has been amazing and I’m never going to disown what I did, but in this moment I felt like a revamp was needed. And is this demand for changing that is responsible for the birth of The Beckham Rule, which is hopefully going to be as exciting to run as it was 14.25. It is going to cover, like its ancestor, a whole lot of different sportive topics, but is going to be focused largely on soccer, NBA basketball and cycling. One of its main goals will be to provide quality content in Italian, when talking about American Soccer and NBA, and in English, when talking about Calcio, and also to offer in equal parts storytelling and fact-checking to its readers. I want The Beckham Rule to become something bigger than a 18 years old’s blog. I want it to be a safe place for opinions, in-depth analysis and information. I know it is a big challenge, but as Wayne The Great Gretzky said, you miss 100% of the shots you don’t take, and I think that this is the moment of a person’s life when you need to shoot in order to achieve your goals.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.