Amico peluche, fammi dormire sonni tranquilli!

Non c’è persona che, durante la sua infanzia, non abbia provato il piacere intimo di stringere a sé il proprio peluche o di esser accompagnato nel mondo dei sogni dal tenero amico.

C’è un intimo legame tra ogni bambino ed il proprio peluche, ma la diffusione ormai capillare di uno dei giocattoli più amati dai bambini, ha portato con sé numerosi rischi.

Parliamo dei materiali: spesso infatti sono stati registrati rischi connessi al risparmio sui materiali e alla selezione delle sostanza per la produzione del peluche.

L’avvento della massiccia produzione industriale cinese ha aggravato la situazione: spesso le plastiche utilizzate sono di risulta e derivano da coperture per serre utilizzate in agricoltura (qui l’inchiesta di Report: vai )

In questi casi la qualità dei materiali è scarsa e i controlli di sicurezza sulle sostanze utilizzate nella produzione sono assenti o minimi. Ciò ha causato un’invasione dei nostri scaffali di prodotti di pessima qualità, o addirittura tossici e il conseguente rischio per i nostri bambini.

Nasce quindi la necessità di distinguere i peluches di qualità, realizzati con materiali sicuri e controllati, dai peluches di fattura ignota che possono arrivare da qualsiasi fonte ed esser stati realizzati con qualsiasi sostanza.

Dopotutto i bambini spesso li mettono in bocca o trascorrono svariate ore (di notte o di giorno) a contatto con la stoffa di cui il peluche è ricoperto. Per non parlare del fatto che possono respirare ciò che è contenuto nell’imbottitura.

Il consiglio è quindi quello di accertarsi sempre di acquistare un prodotto di qualità certificata, e, per districarsi tra le numerose marche e tipologia, fare sempre affidamento sul proprio rivenditore di fiducia.

Qualche suggerimento?

A Gorizia, YoYo Giocattoli vi aspetta in Corso Italia 74!

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.