In 500 a Gorizia, mai abbastanza!

Ormai è un vero e proprio simbolo dell’italianità ed è forse la macchina più amata dagli italiani: alzi la mano chi non ha avuto qualcuno in famiglia che ne abbia posseduta almeno una.

Parliamo di lei, la mitica Fiat 500, il simbolo del boom economico del dopoguerra e della motorizzazione di massa degli italiani. Immortalata in moltissime pellicole famose degli anni ’60, è stata protagonista di molti film anche negli anni successivi da “C’eravamo tanto amati” (1974) a “Un borghese piccolo piccolo” (1977), da “Profondo Rosso” (1975), fino ai polizieschi all’italiana come “Italia mano Armata” (1976). E come dimenticare la mitica 500 in “Fantozzi contro tutti” (1980), “Le Grand Bleu” (1988) con Jean Reno e “I cento passi” (2000)?

In tutte le sue svariate versioni e allestimenti la “piccola” di casa Fiat è rimasta nel cuore degli italiani, tanto da ritornare in produzione pochi anni fa in un nuovo restyling che ricalca fedelmente le linee dell’originale.

Curiosità

Forse non tutti sanno che la 500 in produzione dal 1957 al 1975, il cui design è inconfondibile, in realtà non è la prima 500. Il suo nome completo era infatti Fiat nuova 500. La prima 500 risale al 1936 ed è la Fiat “Topolino”, passata alla storia più per il suo nome popolare che per quello tecnico.

Ti è venuta voglia di vedere dal vivo la mitica 500? Allora non perderti il

>>13° raduno di Fiat 500 domenica 22 maggio 2016 a Gorizia!<<

Like what you read? Give Uelcom.me a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.