La storia

Jeffrey Epstein in vacanza

Come gli hotel a cinque stelle altoatesini scoprono un cliente pedofilo come gruppo target esclusivo attraverso il loro marketing online

Lesen Sie den Artikel hier in deutscher Sprache.

L’uomo più ricco della frontiera del Brennero tra l’Austria e l’Italia è Peter Paul Mader. Come molti capi d’azienda altoatesini, il 56enne incarna la favola dell’imprenditore maschio che lavora sodo, la cui carriera inizia nella stalla di casa dei genitori e passa senza problemi alla gestione di un’azienda con diverse centinaia di dipendenti. Entro il 2021, ha creato un impero costruendo e affittando i suoi appartamenti. Si stima che un abitante su due del Brennero ripaghi a Mader un prestito per la casa, egli possiede circa 6000 case in Europa centrale. E non solo: il suo mare di case è completato dalla gestione di un proprio hotel a 5 stelle chiamato “Feuerstein” in una testa di valle al Brennero, tra cascate, prati alpini e pascoli di mucche.

Una storia come l’amore degli altoatesini: basta “sbattersi” forte e ce la farai. Ma molti indizi indicano che il nucleo della sua trentennale esistenza economica si basa sulla frode finanziaria, la corruzione di agenti di polizia e il reclutamento di ricchi clienti d’affari pedofili della Mader Holding che, grazie alla sua discrezione di amministratore delegato, sono autorizzati a stuprare i bambini che portano con loro nei loro appartamenti nel suo hotel a 1400 metri sul livello del mare.

Il modello imprenditoriale di Mader, Jeffrey Epstein, dieci anni più grande di lui, si è impiccato nella sua cella nel carcere di massima sicurezza di New York nel 2019. Il finanziere ebreo è riuscito a costruire un impero di azioni e immobili con la “Epstein Real Estate Holding” consigliando i miliardari. Forbes lo ha classificato tra i 500 uomini più ricchi del mondo. Come Mader, Epstein proveniva da umili origini e poteva permettersi la vita di un jet-setter, consigliando ricchi clienti come Leslie Wexner, presidente di Victoria Secret. Ha condotto una vita sontuosa nell’alta società di New York e ha accompagnato Bill Clinton e Bill Gates nelle sue tenute. Finché l’FBI non l’ha arrestato. Jeffrey Epstein ha abusato di centinaia di bambini per più di 30 anni nella sua villa “Hotel Palm Beach” in Florida e sulla sua isola privata nei Caraibi. Centinaia. Epstein ha registrato i filmati di persone ricche che, come il principe Andrea, hanno fatto sesso con ragazze minorenni nei suoi appartamenti per corromperle in seguito.

Secondo un impiegato del Feuerstein Hotel, Mader usa esattamente il “metodo Epstein” con i suoi clienti, ma con un trucco nascosto: non dice ai suoi clienti che li sta filmando. Mader conserva le registrazioni delle telecamere del suo hotel di famiglia in modo inammissibile. Il regolamento generale sulla protezione dei dati dell'Unione europea (GDPR) vieta in effetti, in linea di principio, l'uso di telecamere al di fuori dell'area d'ingresso negli hotel come quello dell'Alto Adige. Dopo tutto, i genitori camminano nudi o seminudi con i loro bambini per i corridoi dalle loro camere d'albergo alla zona spa negli hotel per famiglie. Secondo il GDPR, i dati di registrazione video devono essere cancellati immediatamente se non vengono utilizzati dalle autorità statali per il perseguimento di reati penali subito dopo. Allora perché gli hotel conservano le registrazioni video dei loro ospiti? Per esempio, per produrre pornografia infantile.
Per un video, hai bisogno di bambini e adulti nudi come comparse. Le registrazioni di bambini "pelle a pelle" con i loro genitori nella sauna, nell'idromassaggio o nella piscina degli alberghi familiari sono la base ideale per la produzione di pornografia infantile.

Questo perché, in modo simile ai programmi informatici Deep Fakes, le teste dei bambini delle registrazioni video possono essere usate per essere messe insieme in un montaggio con corpi adulti, creando ciò che è noto come “Child Morphed Pornography”. Questo è esattamente il motivo per cui molti genitori coprono la testa dei loro figli con facce emoji o smiley nelle foto sui social media.

“Child Morphed Pornography” si verifica quando l’immagine innocente di un bambino è combinata con un’immagine separata e sessualmente esplicita di un adulto. I bambini rappresentati in queste immagini non sono stati danneggiati quando l’immagine è stata creata. Tuttavia, la diffusione di queste immagini danneggia la reputazione dei bambini quando gli altri le vedono. I pedofili possono anche usare questa pornografia infantile modificata per attirare future vittime”.

dice Stacey Steinberg dell’Università della Florida Levin College of Law.

In Italia non esiste una legge specifica che vieti il termine “Child Morphing Pornogrpahy”. Mader ha un esercito di avvocati che lo consigliano, compreso l’avvocato dello scandalo SEL Carlo Bertacchi. L’intelligenza e l’istinto per il potere sono tra le qualità eccezionali degli investitori immobiliari come Epstein e Mader; il loro genio e la loro genialità sono nominati nello stesso respiro degli attributi caratteriali di spietatezza e brutalità dai loro compagni.

Mader fa parte di una rete di albergatori altoatesini che, esplicitamente attraverso il marketing online sul loro sito web e sui canali sociali, usano parole, frasi e foto su misura per un target: ricchi uomini d’affari che devono essere incoraggiati a portare i propri o altrui figli per violentarli impunemente in questi hotel. Il loro albergatore abituale garantisce la discrezione a porte chiuse. È il mondo degli amici d’affari di Jeffrey Epstein in Europa, il mondo di coloro che sono così ricchi e potenti da essere al di sopra della legge. O almeno pensano di esserlo.

Screenshot dal sito web usato per pubblicizzare la sauna congiunta genitori-figli sotto il titolo “Family Spa” (Data: 20.10.2021 www.feuerstein.info) Dalla pubblicazione di questo articolo, Peter Paul Mader ha completamente cancellato il titolo “Family Spa” dal suo sito web.

Frasi chiaramente ambigue sono usate dai pedofili per comunicare su internet in tutto il mondo, dice lo scrittore di WIRED Matt Burges. Molte forze dell’ordine sono impotenti a fermarli, anche se Google e altri motori di ricerca hanno già incorporato dei filtri di ricerca.

È un orrendo gioco del gatto e del topo. Per stare un passo avanti, i pedofili hanno usato a lungo parole e frasi in codice segrete per mascherare le conversazioni e la condivisione di contenuti abusivi".

Matt Burgess in WIRED (2020) How researchers finally cracked the secret paedophile code.

Nel 2007, l’FBI ha pubblicato per uso interno dei dipartimenti di polizia americani un documento contenente i simboli utilizzati dai pedofili per comunicare. Gli agenti della divisione di Jacksonville nello stato natale di Epstein, la Florida, e di Ann Arbor, Michigan, avevano scoperto durante i raid dell’Operazione Innocent Images che i criminali usavano gli stessi simboli più e più volte nelle comunicazioni digitali tra di loro per comunicare le loro preferenze sessuali nel traffico di pornografia infantile. Un triangolo che incornicia diversi triangoli nella sua forma significa: mi piacciono i ragazzini. Un cuore che racchiude un cuore più piccolo nella sua forma significa: mi piacciono le bambine. Secondo la codifica internazionale dell’FBI, l’Hotel Feuerstein utilizza di conseguenza già nel suo logo il simbolo dell’incesto dei padri che hanno il permesso di farsi strada con le loro piccole figlie. L’intero design interno dell’hotel e il linguaggio visivo trasversale è raggruppato intorno ai quattro loghi degli ospiti pedofili.

Dal 2019, Peter Paul Mader ha ingaggiato l’agenzia di marketing online Additive di Lana per la sua presentazione esterna nei social media. Alla domanda della stampa, Additive afferma che il responsabile marketing dell’Hotel Feuerstein, Amin Gögele, è “attualmente non disponibile”.
La seguente galleria confronta i codici della comunicazione internazionale degli utenti pedofili con la presentazione online dell’Hotel Feuerstein.

La seguente galleria confronta i codici internazionali dei pedofili con la presentazione online dell’Hotel Feuerstein. L’intero documento dell’FBI è disponibile qui tramite Wikileaks.

Il “Girl Lover Logo” simboleggia la relazione tra adulti e ragazze minorenni (Fonte: FBI- Cyber Division 31.01.2007)
Il logo dell’Hotel Feuerstein e il logo del discreto La Monte Apartments (Screenshot con data: 20.10.2021 www.feuerstein.info)
FBI: Il triangolo “Boy Lover” nel triangolo rappresenta l’amore per i ragazzi minorenni, la spirale è considerata il logo per “Little Boy Lover” — inclinazioni pedosessuali verso i neonati maschi (Fonte: FBI — Cyber Division 31.01.2007)

Preso dall Account Instagram dell Hotel Feuerstein S.R.L. (Date: 02/11/2021)

“Flammi” è la mascotte della piscina dell’Hotel Feuerstein. Il triangolo con i colori LGBTQ+ nella piscina per bambini con creature eiaculanti che si cavalcano a vicenda è una rappresentazione divertente per gli spettatori normali, ma gli ospiti pedofili che cercano su internet le destinazioni di vacanza adatte riconoscono i triangoli intrecciati come un segno di consenso al sesso consensuale tra uomini adulti e giovani ragazzi.

La spirale disegnata sul muro di legno accanto ai bambini seduti sul letto è, secondo l’analisi dell’FBI, la codifica per gli amanti degli atti sessuali ai ragazzini, il “Little Boy Lover”.

Per molto tempo, la foto di un neonato con la sua maglietta tirata su è stata l’immagine di apertura sul sito web dell’Hotel Feuerstein. Sull’account Instagram, la foto del bambino è sotto il titolo “Nuova offerta”. (Screenshot del 02.11. 2021 dall Account Instagram @feuerstein_naturefamily_resort)
La farfalla rappresenta pedofili che non hanno preferenze sessuali dirette — abusano di bambini piccoli di qualsiasi sesso (Fonte: FBI — Cyber Division 31.01.2007)
Biquadra — lavora come studio di interior design per Peter Paul Mader. La foto mostra una “stanza delle coccole” per genitori e bambini nella cantina sotterranea dell’Hotel Feuerstein. (Fonte: Screenshot del sito web di Biquadra del 02.11.2021)
Testi e immagini sono perfettamente coordinati in modo che solo gli “inaugurato” possano capire l’ambiguità, mentre i normali vacanzieri non dovrebbero sospettare nulla: Il Feuerstein si offre come un hotel per “amanti di tutte le età” che sono in una famiglia naturale (“Naturefamily”). (Screenshot del 02.11.2021 dell’account Instagram)

Pionieri digitali nel marketing della pedofilia: Additive
Dal 2019, Peter Paul Mader ha assunto l’agenzia di marketing online Additive di Lana per la sua presentazione esterna sui social media, Instagram o il suo sito web. In risposta alle richieste della stampa per diverse settimane da parte di #TEAMLUX, Additive dà sempre l’informazione telefonica che il responsabile marketing dell’Hotel Feuerstein, Amin Gögele, è “attualmente non disponibile” o “in riunione”. Gögele coordina da gennaio 2021 l’account Tiktok per l’Hotel Feuerstein, la popolare app di videoclip. “ADDITIVE si fa carico della gestione completa della campagna, l’hotel non deve preoccuparsi dei video, né della creazione e dell’ottimizzazione degli annunci”, si legge sul loro sito. Una strategia di marketing online insolita quando il target dell’Hotel Feuerstein sono uomini e donne in posizioni dirigenziali che sono in grado di spendere 1500 euro a notte per la loro famiglia per i loro chalet al lago balneare. L’app Tiktok è destinata al gruppo target dei ragazzi dai 13 ai 18 anni, la maggior parte dei quali non ha ancora un reddito proprio. A meno che non si voglia rendere una vacanza appetibile per i figli di genitori ricchi. Da quando i primi risultati della ricerca #TEAMLUX sono apparsi nell’agosto 2021, il responsabile marketing Amin Gögele di Additive ha cancellato l’account dell’Hotel Feuerstein su Tiktok, anche se ha raggiunto 1,8 milioni di impressioni secondo la sua stessa dichiarazione e “la prima fase del Customer Journey è molto ben servita”, come dice la brochure pubblicitaria di Additive sull’Hotel Feuerstein.

Screenshot des gelöschten Tiktok-Account vom Hotel Feuerstein.
Peter Paul Mader nella brochure pubblicitaria dell’agenzia di marketing online Additive (fonte: additive.eu, recuperato l’11.11.2021) Tradotto in italiano Mader dice qui “Raccomando TikTok come un piattaforma pubblicitaria per raggiungere un giovane pubblico e per generare generare numerosi ulteriori di nuovi ospiti. ADDITIVE è un competente e affidabile partner che prende il necessario misure necessarie senza richiesta per garantire le migliori prestazioni possibili garanzia”

Una rete pedofila altoatesina

Ma Peter Paul Mader non è l’unico che vuole giocare nella lega dell’alta società di Epstein. Come i proprietari del Sonnen Resort Naturns, Annelise Brunner e Ralph Riffeser del Cavallino Bianco in Val Gardena, appartengono a un’élite milionaria delle Alpi tra Davos e Verona che sono diventati così ricchi e potenti come albergatori solo perché possono soddisfare le voglie psicopatiche della crème de la crème con il loro modello di business. Insieme fanno parte di una rete pedofila per top manager e ricchi politici che possono contare sulla discrezione dei loro ospiti e della procura di Bolzano. I proprietari di questi alberghi hanno ottimi collegamenti con le stazioni di polizia locali; le accuse contro le loro aziende vengono automaticamente fermate dal pubblico maestro, i procuratori presso il tribunale regionale di Bolzano. Secondo un dipendente, diverse denunce di abusi sessuali su ospiti dell’Hotel Feuerstein a 5 stelle sarebbero state presentate dal procuratore senior Giancarlo Bramante. Questo significa: le indagini non saranno prese in carico dalla polizia giudiziaria.

E alcuni hotel non usano nemmeno codici, ma semplicemente immagini chiare di bambini e adulti nudi per attirare i clienti pedofili. Il Sonnen Resort Naturns a quattro stelle, in Alto Adige, nel suo video promozionale mostra solo bambini seminudi a questo scopo. Per reclutare il pedofilo solvente, si mostra un bambino che va da solo alla sauna, dove il padre nudo lo aspetta, gli fa cadere l’asciugamano davanti e gli mostra il suo pene. Tranne il padre adulto e il bambino, la sauna è vuota.

Ma bisogna pagare molto per questo. Una notte costa circa 300 euro a persona. Per i padri in posizioni di gestione economica con tendenze pedofile, il video del Sonnen Resort è un chiaro segnale: Qui posso trascorrere indisturbato una “vacanza in famiglia” con i miei figli senza paura di essere denunciato dal proprietario dell’hotel.

Alla domanda della stampa se erano consapevoli che stavano prendendo di mira uomini d’affari pedofili con questo video promozionale per la destinazione turistica altoatesina, la proprietaria Annalise Brunner ha risposto telefonicamente al #TeamLux la sera del 21 ottobre 2021 con “Vi faccio vedere io”.

Non è raro che le donne reclutino attivamente le vittime di abusi per i loro partner maschili. Ghislaine Maxwell, la compagna di Jeffrey Epstein, ha reclutato per lui, negli anni 90, giovani ragazze che si fidavano di lei come di una donna più grande. Maxwell le ha poi attirate nella villa di Epstein dove le ha violentate.

Epstein und Maxwell (Quelle: Getty Images — 1995)
La direttrice generale Annalise Brunner è commossa dai suoi figli (Screenshot del 20.10.2021 sotto la voce “I tuoi ospiti” del sito https://www.sonnenresort.it/)
Il direttore generale Peter Paul Mader è toccato dalle sue due figlie Greta e Sophie Mader, mentre sua moglie Sarah Mader gli afferra l’inguine e lui usa le sue piccole mani per suggerire un pene davanti al suo grembo. La sua bambina lo tocca e forma una farfalla con le mani, secondo la Cyber Division dell’FBI, segno della depenalizzazione degli atti sessuali tra adulti e bambini (screenshot del 26/08/2021 nella sezione “Tuoi hospiti” del sito www.feuerstein.info). Dalla pubblicazione di questo articolo, Peter Paul Mader ha completamente cancellato la sua foto dal suo sito web e l’impronta, l’Hotel Feuerstein non ha più un direttore.

Il biotopo geograficamente meglio situato per infrangere la legge: Il confine del Brennero

L’Hotel Feuerstein è situato in posizione ideale per gli uomini d’affari pedofili dell’Austria e della Germania che vogliono passare “solo una volta” un fine settimana indisturbato in un altro paese. Per loro, Mader ha costruito i discreti La Monte Apartments appena oltre il confine, nella Val di Fleres a 18 chilometri di distanza, case di vacanza isolate tra aspre pareti di roccia dove spesso nevica già a settembre. Quando arrivate, potete essere prelevati da una navetta. E in molti hotel in Austria e in Italia non è necessario mostrare i documenti d’identità dei bambini che porti con te. Nemmeno i treppiedi per la macchina fotografica che gli adulti portano con sé. Gli alberghi sono sempre stati luoghi di produzione di pornografia infantile, un argomento di cui molti gestori di ostelli non amano parlare. Per questo Verena Finster di Dresda, insieme ad altri quattro albergatori, ha fondato nel 2013 la Fondazione Kinderblick, che offre agli hotel una formazione gratuita sul tema della prevenzione degli abusi sessuali.

“A causa dell’anonimato delle camere d’albergo, l’abuso o altri atti di violenza contro i bambini e i giovani sono possibili senza essere scoperti, specialmente nel settore alberghiero e turistico.”

Verena Finster, direttore generale del BEST WESTERN Hotel Stuttgart-Winter

Agenti di polizia sottoqualificati e corrotti alla frontiera del Brennero

Chi può pagare 7000 euro per sette giorni per una famiglia di quattro persone non vuole essere molestato dallo stato di diritto anche durante le sue vacanze. Mader sa come circondare il suo impero immobiliare con agenti di polizia corrotti. Secondo le indagini delineate nel prossimo articolo (episodio 2), Mader ha corrotto ogni singolo capo della polizia — il “capo” — delle tre stazioni di polizia circostanti in modo che i rapporti dei suoi ospiti nelle sue proprietà non fossero archiviati e trasmessi da loro ai database della polizia nazionale e internazionale. I capi della stazione di polizia di Colle Isarco, della stazione di polizia di Racines e della stazione di polizia direttamente al confine con il Brennero, quando un ospite chiama il 112 per un’emergenza, si affrettano ad arrivare con le macchine dei carabinieri, ma nei giorni seguenti non hanno luogo ulteriori indagini. Non vengono date altre informazioni alle vittime.

Si adatta al fatto che gli agenti di polizia vivono tutti nella stessa valle. Il vicino immediato di Mader è il suo amico e collega Luca della stazione di polizia di Colle Isarco nella Val di Fleres. Gestisce l’Hotel Panorama, che si trova a poche centinaia di metri dall’Hotel Feuerstein. Se necessario, i due si coordinavano, spiega un dipendente dell’hotel.

Il confine del Brennero: terra di nessuno legale tra Austria e Italia (Fonte: Südtirol.it)

Anche dall’esterno, lo Stato di Polizia, fornito dal Ministero dell’Interno, e le guardie dei Carabinieri intorno al Brennero, coordinate dal Ministero della Difesa, si presentano come truppe caotiche e irrimediabilmente sottofinanziate: L’intonaco sulla facciata di ogni edificio di servizio si sta staccando, sporcizia e sudiciume giacciono rappresi nei corridoi delle stazioni di polizia, intere stazioni dei carabinieri non possono essere presidiate nei fine settimana al confine per mancanza di personale.

E qualcos’altro beneficia Mader: l’incompetenza professionale degli agenti. La maggior parte degli impiegati delle tre stazioni di polizia non capisce né parla tedesco, nonostante il test obbligatorio di bilinguismo. O il paradiso delle vacanze tedesco è deliberatamente composto solo da ufficiali di lingua italiana?

Un biotopo ideale per le violazioni sistematiche della legge: quando i genitori di un bambino denunciano un altro ospite alla polizia per abuso, il rapporto viene scritto da un agente che capisce le vittime solo in modo frammentario. Dato che i colpevoli come ospiti nella maggior parte dei casi provengono da paesi di lingua tedesca, gli agenti non sono in grado di indagare. Poco dopo, l’ospite dell’Hotel Feuerstein scompare di nuovo attraverso il confine del Brennero e la denuncia viene presentata. Polizia all’italia.

La biografia di un impostore

La versione ufficiale della sua biografia, che Peter Paul Mader racconta ai suoi dipendenti, è che proviene da un “modesto background” ed è diventato un milionario self-made negli anni ’80 con solo un prestito del suocero dal suo primo matrimonio attraverso la gestione esemplare della sua azienda di idraulica Mader GmbH. Ma il suo successo si basa principalmente su eccellenti connessioni tra funzionari statali corrotti e politici locali. Peter ha fondato il servizio di riscaldamento e di idraulica insieme a suo fratello Thaddäus nel 1987 all’età di 21 anni e ha sposato una donna tirolese. È una tossicodipendente, seguita da soggiorni in ospedale in Austria. In contrasto con il matrimonio, gli affari di Mader vanno bene, anno dopo anno. La frode fa parte del business, Thaddäus è responsabile della parte operativa, Peter del finanziamento. Prende in prestito denaro, somme a sei cifre per nuovi investimenti nella sua azienda. “Ho prestato a Peter l’equivalente di 20.000 euro negli anni ’90. Non l’ho più visto da allora. Nel frattempo ho cancellato il denaro”, ricorda Reinhold Kirchner, un agricoltore altoatesino della Val Pusteria.

L’espansione spericolata non conosce limiti: nel 2017 è stato raggiunto un fatturato di 26 milioni e Mader GmbH è diventata un fornitore a tutto tondo per la casa: Dai vasi da bagno alle connessioni per il teleriscaldamento — tutto può e deve essere acquistato dai fratelli Mader. La Mader GmbH si sta trasformando in un esperto di centri commerciali squallidi. Peter e Thaddäus Mader costruiscono e progettano il centro commerciale Twenty, l’inferno del consumo capitalista nella zona industriale di Bolzano nel 2016 per 3,6 milioni di euro.

Mader mantiene stretti contatti con il sindaco del comune di Brennero Christian Egartner, un truffatore condannato che nel 2010 deve restituire il suo mandato parlamentare provinciale per il “Südtiroler Volkspartei” dopo una decisione della Corte di Cassazione romana. Egartner dà a Mader il compito di pulire il confine del Brennero. Il passo roccioso tra valanghe, foreste e montagne è stato conteso tra Italia e Austria per tanto tempo nel XX secolo che ancora oggi il parlamento provinciale tirolese dice che è meglio tenere le mani fuori dai progetti di costruzione intorno al confine.

Solo dal 1998 i due paesi dell’UE hanno rinunciato ai controlli alle frontiere nello spazio Schengen. In precedenza, il confine era una base militare dell’esercito italiano per impedire agli austriaci di riarmare gli attivisti di liberazione sudtirolesi. La regione italiana dell’Alto Adige è appartenuta per secoli all’impero asburgico; dopo la prima guerra mondiale, l’Italia ha annesso il piccolo stato alpino. Solo nel 1992 la controversa affiliazione statale è stata chiarita in uno statuto di autonomia delle Nazioni Unite (UN). Ora, da più di vent’anni, la frontiera del Brennero è smilitarizzata e abbandonata, gli eserciti dei due paesi si sono ritirati.

Questo vuoto politico al Brennero è un pasto pronto per gli opportunisti Mader e Egartner. Poco prima che Egartner debba rinunciare al suo mandato di sindaco del Brennero nel 2007, sale sul suo escavatore da demolizione in una notte buia. Nel luogo dove sarà costruito il centro outlet, l’unica cosa rimasta in piedi è il cottage di una famiglia italiana che vi gestisce un negozio di vini. La famiglia ha rifiutato di vendere la sua casa. Tra le 3 e le 6 del mattino, Egartner livella la loro enoteca. La mattina presto il suo lavoro è finito, l’intero assortimento di bottiglie di vino distrutto, i muri in macerie. I media locali non riferiscono, la polizia del Brennero ancora una volta non fa rapporto alla procura di Bolzano. Ma la strada è chiara: tra il 2007 e il 2018, la Mader GmbH costruisce il centro commerciale outlet per 4,2 milioni dove c’era l’ex magazzino del vino; è il primo edificio direttamente dietro la tanto contestata prima pietra di confine italiana. Chiunque attraversi la frontiera come un vacanziere viene immediatamente pregato di lasciare dei soldi nell’enorme centro commerciale con promozioni di sconto. Dove prima c’era la guerra di classe, ora c’è la guerra delle casse.

Fonte: depositstockfotos — Bisogna anche pagare per una foto del centro outlet.
Peter Paul Mader, sein Sohn Florian und sein Bruder Thaddäus Mader (Quelle: www.mader.bz.it)

Peter è sempre stato il più scaltro e astuto dei due fratelli, spingendosi alla ribalta mentre Thaddäus rimane sullo sfondo. Come capo dell’azienda, si assicura la fedeltà dei suoi dipendenti semplicemente riempiendo le posizioni più potenti con membri della famiglia. La lealtà batte la competenza: la sua impresa di costruzioni Mader GmbH è gestita dal figlio Florian, nato dal suo primo matrimonio, che, secondo il suo profilo LinkedIn, non è mai riuscito nemmeno a frequentare un’università con una laurea. La sua seconda moglie Sarah Mader, è la sua segretaria alla Mader GmbH. Dopo il suo primo matrimonio fallito, non ci dovrebbero essere più esperimenti privati con coniugi non imprenditori. Tutto rimane in famiglia.

Ma per Peter Paul Mader, i contratti di costruzione del valore di milioni non sono sufficienti. Vuole di più. Ora vuole giocare in Serie A. Basta vedere polvere, intonaco e tubi e andare in giro per il cantiere in salopette rossa. Peter vuole indossare un completo ed essere visto con le star internazionali e le starlette. Così nel 2017 sta convertendo l’Hotel Feuerstein in un resort a 5 stelle energeticamente autosufficiente. Ora vuole offrire alla sua rete e ai suoi amici il migliore e più bello hotel per famiglie in Europa. Secondo un dipendente dell’amministrazione della provincia di Bolzano, Mader utilizza anche bilanci falsificati per ottenere tassi d’interesse più favorevoli quando vengono concesse sovvenzioni per la conversione di un hotel a 4 stelle in uno a 5 stelle nella Val di Fleres.

“Facciamo di tutto per far sentire i nostri ospiti a casa” — Hotel Feuerstein

Dai circoli di Denis Pellegrini, fondatore dell’agenzia di internet marketing Zeppelin da Merano per gli hotel a 5 stelle, Mader impara come attrarre l’élite dei migliori atleti e manager di borsa: non ci devono essere controlli doganali all’arrivo e gli ospiti possono fare il check-in con chi vogliono. Prostitute. Bambini stranieri. Se Mader vuole giocare nel campionato delle celebrità, deve far sentire alla gente che tutto è possibile nel suo hotel. Per i vacanzieri come Andrea Bonomi. Il facoltoso finanziere milanese aveva investito in centri di prova Covid-19 attraverso la sua società Lifebrain in Alto Adige per tre anni a partire dalla primavera 2018. L’azienda opera in Italia con più di 360 laboratori e centri di analisi del sangue, esegue 27 milioni di test all’anno e impiega più di 2.000 persone. Bonomi ha venduto nuovamente Lifebrain nell’estate del 2021. Il nome di lui e di sua moglie appare qui nel quaderno nero di Jeffrey Epstein, dove annotava i suoi contatti più importanti. Anche il manager e investitore Flavio Briatore è stato notato da Epstein. Ma Bonomi si era già fatto un nome inglorioso una volta nel corso della pubblicazione giornalistica investigativa dei Panama Papers: aveva parcheggiato il suo reddito in paradisi fiscali nelle isole Jersey.

Affinché gli ospiti come Bonomi siano protetti nel suo hotel, Mader deve solo assicurarsi il favore degli abitanti di Val di Fleres. Secondo la Camera di Commercio, Mader Gmbh muove 22 milioni di euro nel 2021, e le innumerevoli partecipazioni, holding e attività accessorie della famiglia Mader rappresentano un’alta quota azionaria della Cassa Raiffeisen. Gli stipendi sono ora pagati direttamente dalla banca. Benno Linser, vicepresidente della Raiffeisenkasse Wipptal ora va regolarmente alla sauna dell’Hotel Feuerstein, e a Natale Mader e Linser vanno a sciare insieme. Nella valle si dice che Mader ora possiede la Raiffeisenbank Wipptal. Non il contrario.

La connessione Mader-Linser-Egartner al Kiwanis Club

Mader ha ora una potente leva in mano: ogni dipendente che osa parlare contro di lui può essere licenziato: Mutuo, casa, lavoro. Con un pugno di ferro è riuscito così a portare un’intera valle alla dipendenza economica. Nel 2021, più di 340 dipendenti vivono e lavorano per la società alberghiera e immobiliare per lui tra la Val di Fleres e il blocco nero di Mader GmbH a Vipiteno, sul confine del Brennero.

Egartner, Mader e Benno Linser della Cassa Raiffeisen Wipptal si uniscono al Kiwanis Club Sterzing per potersi coordinare meglio. Il Kiwanis, come il Rotary o il Lions Club, agisce come un presunto ente di beneficenza per bambini e giovani. In realtà, gli uomini e le donne d’affari influenti hanno semplicemente bisogno di una scusa per conoscersi a porte chiuse e costruire la fiducia per accordi economici reciproci. Di tanto in tanto, con grande fanfara, vengono messe in scena corse per la raccolta di fondi o spettacoli teatrali per bambini e giovani. I loro membri hanno abbastanza soldi.

Il 6 maggio 2021, i giudici di Washington stabiliscono che la Kiwanis International Federation deve pagare 6 milioni di dollari in un accordo ai figli adottivi sopravvissuti di una struttura di vita assistita. Gli uomini e le donne d’affari hanno permesso che più di 60 giovani uomini fossero abusati dai membri del loro club per decenni nella loro casa Kiwanis “OK Boys” a Centralia, Washington. E Washington non è un caso isolato. Su questo blog dal 2017, un uomo australiano che è stato violentato dai membri del Kiwanis Club chiede che altre vittime di abusi si facciano avanti. Fino ad oggi, il club si rifiuta di parlarne con i giornalisti o di scusarsi ufficialmente con le vittime. I bambini sono commercializzati come prodotti nell’associazione.

Logo di Kiwanis Club Vipiteno

Tutto è possibile con il giusto avvocato

Nel corso degli anni, Mader ha messo insieme una squadra di avvocati di prim’ordine per proteggere le sue attività illegali e difenderle con paragrafi legali. Alfred Gschnitzer è ufficialmente responsabile di “tutto ciò che è sporco” nella Mader Holding. Ha il suo ufficio direttamente al Brennero per essere disponibile come rappresentante legale per gli spedizionieri con carichi illegali. Come avvocato esperto in diritto delle spedizioni, è responsabile della “difesa” della movimentazione delle esportazioni. Gschnitzer organizza il trasporto regolare di sostanze illegali per gli ospiti di alto profilo di Mader nel resort a 5 stelle.

Alfred Gschnitzer, Studio Legale D Allura & Gschnitzer

Gschnitzer ottiene un permesso speciale dal consigliere provinciale della SVP Daniel Alfreider direttamente dal governo provinciale dell’Alto Adige, permettendo ai corrieri dell’elicottero di atterrare sulla proprietà privata dell’Hotel Feuerstein al confine del Brennero senza controllo doganale. E accompagna legalmente il trasporto privato degli ospiti che vengono condotti dagli autisti Mader dall’aeroporto di Insbruck all’Hotel Feuerstein in Italia e vengono semplicemente fatti passare dai funzionari alla frontiera del Brennero.

Tra gli ospiti di alto profilo in estate, per esempio, c’è il calciatore della nazionale DFB Joshua Kimmich, che ha trascorso sette giorni nella suite bianca più costosa proprio accanto al lago balneabile di Pflerschtal nel luglio 2021. Il suo collega della DFB Christoph Metzelder è stato condannato per possesso di pornografia infantile nell’aprile 2021. Secondo un addetto alla reception, Mader ha pagato a Kimmich un importo di 5000 euro per il suo soggiorno nel luglio 2021. Per cosa, non è chiaro.

Psicopatici al vertice
Il personale dell’Hotel Feuerstein registra un alto consumo di droga, l’hotel è noto per i suoi dipendenti alcolizzati. Il braccio destro di Mader, il direttore del personale Werner Prechtl, assume abitualmente donne come cameriere che vengono picchiate dai loro mariti, sommelier che non hanno qualifiche professionali o bariste che umiliano altri impiegati maschi e fanno battute sessiste sulle loro colleghe. Con Prechtl al suo fianco, Mader ha un secondo manager psicopatico per il quale i termini “cura” e “gentilezza” sono parole straniere.

Venerdì 2 luglio 2021, due baristi del bar dell’hotel, recentemente assunti dal direttore del personale Prechtl, tentano di uccidersi a vicenda dopo la partita degli Europei tra Italia e Austria. Un membro del personale deve pulire la pozza di sangue nella casa del personale Tribulaun a St. Qualche giorno dopo, un terzo barista cerca di uccidersi. Nero Zacki si schianta contro un albero sulla strada di campagna verso l’Hotel Feuerstein. L’albero regge, Zacki no. L’auto è distrutta, Zacki si rompe gravemente entrambe le gambe. Non poteva più sopportare la prepotenza razzista dei suoi colleghi dell’Hotel Feuerstein. Per Mader, la violenza tra il suo staff fa parte del lavoro quotidiano. Ma la superficie brilla: la cosa principale è che i ricchi ospiti pagano.

Secondo un addetto alla reception, diverse incursioni della polizia con cani antidroga hanno luogo all’Hotel Feuerstein nel settembre 2021. Quasi ogni giorno ora la Polizia di Stato o i Carabinieri passano con il consenso di Mader. Mader costringe i dipendenti che sono diventati impopolari con lui a sottoporsi a controlli antidroga senza preavviso durante il lavoro. Per poterli licenziare più facilmente, fa perquisire gli appartamenti privati dei suoi dipendenti dagli agenti delle tre stazioni di polizia circostanti nei comuni di Brennero, Racines e Colle Isarco. Al confine del Brennero, Mader comanda sulla polizia, non il contrario.

Nel 2016, l’impero di violenza della Mader GmbH è stato persino vicino a crollare a un certo punto. Un solo giudice donna del Tribunale Regionale di Bolzano ha osato opporsi all’avidità di potere di Mader. Maria Christina Ehrlicher considerò provato che Mader aveva derubato la famiglia Teissl a Pflerschtal e rubato illegalmente denaro dai loro conti bancari. Insieme al sindaco di Brennero e al membro del Kiwanis Club Christian Egartner, Mader ha confiscato il Teisslhof nel 2008 per costruire gli appartamenti La Monte in una posizione discreta — oggi servono come appartamenti di lusso per uomini e donne d’affari pedofili.

Ma chi ha soldi non deve temere la giustizia. Con presunti “errori formali”, i due avvocati Paolo Corti e Alfred Gschnitzer tengono in sospeso le corti di cassazione romane fino alla prescrizione del reato di Mader nel 2016. Mader fugge, ancora una volta.

Cavallino Bianco, Via Rezia 21–39046 Ortisei / St. Ulrich (BZ), Italia

L’hotel di lusso per bambini Cavallino Bianco, Ortisei

Come l’Hotel Feuerstein, l’Hotel Cavallino Bianco a 4 stelle in Val Gardena pubblicizza soggiorni benessere e spa per genitori con bambini nella sauna. Il personale dell’hotel ha elaborato un criterio di ingresso molto speciale per i suoi ospiti: Solo se portate dei bambini con voi, vi è permesso di entrare in questo hotel. Le aree termali sono situate al primo piano dell’hotel, quindi bambini e genitori, vestiti con asciugamani o costumi da bagno larghi, camminano direttamente attraverso i corridoi in moquette dell’hotel dalla zona balneare alle loro camere, che sono monitorate da un ampio arsenale di telecamere. Un ponte accessibile al pubblico collega il paradiso dell’idromassaggio con la cabina del custode della funivia all’Alpe di Siusi, il più grande alpeggio delle Alpi. Diverse piscine e vasche idromassaggio si trovano all’esterno del Cavallino Bianco in modo che i passanti possano vedere i bambini fare il bagno nell’acqua riscaldata anche in inverno.

L’area esterna del Cavallino Bianco. Passanti maschi fotografano bambini nudi nella piscina (foto del 10 ottobre 2021: Valerie Lux).

Il presidente della Cavallino Bianco AG è Ralph Riffeser. Riffeser e Peter Paul Mader non solo hanno lo stesso avvocato, ma anche la stessa biografia professionale. Entrambi sono autoproclamati manager di un enorme spa di lusso e hotel benessere per bambini nella loro professione principale e gestiscono un impero immobiliare tentacolare con diverse case in Italia, Austria e Germania nella loro seconda professione. L’ascesa di Riffeser da straccione a milionario altoatesino con il Grand Spa Hotel sembra una favola anche agli estranei: A parte un miliardo di lire come prestito iniziale negli anni 90, non ha mai dovuto fare debiti, racconta alla radio Südtirol 1. Descrive il rapporto con la sua banca con il termine intimo. “Ci godiamo il successo insieme”, dice in un’intervista.

Ma il suo successo si basa soprattutto su un grande e brutto topo.
Il topo bianco si erge come una scultura di due metri proprio fuori dalla porta d’ingresso del suo Grand Spa Hotel.
I topi giocattolo giganti attirano i bambini. Anche gli adulti lo sanno. Nel 2014, più di 40 impiegati dei parchi Disney in Florida sono stati arrestati per possesso di pornografia infantile, e nell’agosto 2021, tre pedofili saranno nuovamente arrestati. Nei luoghi dove ci sono molti bambini, ci sono anche molti pedofili.

Il nonno di Ralph, Anton Riffeser, fondò il laboratorio di scultura del legno ANRI in Val Gardena, che scolpiva le figure di Walt Disney negli anni 20. Ancora oggi possono essere acquistati come rari oggetti vintage su Ebay. L’inventore di Topolino, Walt Elias Disney era un sessista antisemita che disprezzò le donne adulte per tutta la sua vita e simpatizzò con le idee razziste. Nei primi tempi dell’impero Disney, negli anni ’20, nei suoi cartoni animati disegnava Topolino come un bullo sessista che molestava e sessualmente molestava Minnie Mouse. Anche Riffeser è scettico sull’emancipazione delle donne. Il suo matrimonio si rompe perché non è mai a casa, sua moglie si separa da lui. “Rimpiango di non aver visto crescere i miei due figli”, dirà poi con autocritica in un’intervista a Radio Südtirol 1. Guadagnare soldi con i figli di altri genitori ricchi è sempre stata la sua prima priorità.

Mader e Riffeser hanno mantenuto una stretta relazione d’affari per decenni e si aiutano a vicenda. Tempo e ancora, Riffeser guida la sua Porsche a Mader durante i lavori di conversione 5 stelle nel 2016 all’Hotel Feuerstein. Tutto deve essere adatto al giusto target: interior design, fotografia, comunicazione esterna. E Mader fa davvero il miglio in più per lui, viene pagato più di un milione di euro da Riffeser nel 2016 e nel brevissimo tempo di costruzione di sole otto settimane, Mader GmbH gli costruisce 88 lussuose suite e camere per l’estensione Grand Spa del Cavallino Bianco. Il personale può anche consigliare Riffeser sulle installazioni di telecamere.

Gli hotel di lusso dei due amici perseguono così lo stesso concetto dal 2016/17 al più tardi: spa e sauna per bambini. Nella maggior parte degli hotel dell’Alto Adige, queste aree sono riservate agli adulti. Peter Paul Mader offre una “sauna genitore-bambino”, Riffeser offre “massaggi per bambini” da parte di terapisti qualificati e “corsi di trucco e bellezza” per adolescenti.
Il fatto che i bambini siano trattati come adulti è ciò che Mader e Riffesers chiamano il loro punto di vendita unico in concorrenza con altri hotel di lusso. L’agenzia pubblicitaria Zeppelin di Merano, che è stata ingaggiata da Riffeser nell’autunno 2021, in risposta a una richiesta della stampa del 3 novembre 2021 ha dichiarato: “Al momento non siamo disponibili”. Il project manager di Brandnamics, l’agenzia pubblicitaria di Bressanone già incaricata da Riffeser, fa una dichiarazione simile al telefono quando gli viene chiesto dalla stampa lo stesso giorno: “Non ho tempo di occuparmi di come il nostro marketing abbia attirato clienti pedofili”.

Joachim Leiter, invece, ha tempo. È il capo dell’agenzia di marketing Additive di Lana. Joachim, Peter, Ralph: tre uomini, una missione. Leiter ha passato il lavoro al suo collega Amin Gögele per progettare il sito web dell’Hotel Feuerstein. E dà persino a Ralph Riffeser un palco gratuito con questa intervista per commercializzare la sua formula di successo “Luna di miele con bambino” al Cavallino Bianco:

Screenshots dell Account Instagram Cavallino Bianco in comparisione con le simboli pedofili dal FBI (Date: 20/10/2021)

Screenshot del sito di web il 02.11.2021 www.cavallino-bianco.com. (Quellenlink des Fotos)
Screenshot Instagram-Account @cavallinobiancofamiliyspa a 02.11.2021

La farfalla è per la depenalizzazione delle relazioni sessuali tra adolescenti e adulti, cioè per la pedofilia legale.

Le circostanze avverse della sua infanzia — Widrige Umstände

Il padre di Ralph Riffesser, Klaus Riffesser, ha tentato il suicidio sei volte, probabilmente a causa delle sue tendenze pedofile. Si dice in paese che il suo matrimonio con Lea Obletter sia nato da una relazione incestuosa. Ralph ha 10 anni al momento del suo ultimo suicidio.

In seguito, diversi membri della famiglia Riffesser cercano un trattamento psichiatrico, compresa sua sorella Karin. Per reprimere il dolore, la madre di Riffesser, Lea Riffeser, nata Obletter, si “converte” all’omosessualità in un atto di sfida e mantiene relazioni solo con donne per il resto della sua vita. La madre di Ralph ha sviluppato una forte paura della perdita dopo la morte del marito e più di una volta fa una violenta scenata di gelosia al suo nuovo compagno di vita davanti alla porta d’ingresso del Cavallino Bianco.

Lea ora incolpa per tutta la vita sua figlia Karen e Ralph per il suicidio del marito. “Si è sempre comportata male con i suoi figli, raramente ha mostrato loro amore e li ha umiliati in pubblico”, dice un dipendente del Cavallino Bianco.

Ralph è descritto dai suoi impiegati come una personalità profondamente instabile. È collerico e grida quando qualcosa non va. Allo stesso tempo, è profondamente vulnerabile, una persona che cerca la perfezione e tuttavia non la trova.

Necrologio per la madre di Ralph: ““Nonostante le circostanze avverse ci hai cresciuti nel miglior modo possibile.”

Ha bisogno di un Neverland Ranch, nel parco dei divertimenti della Disney, come l’enorme complesso alberghiero Grand Spa, dove Riffeser possa vivere una seconda infanzia, come Michael Jackson, che fu picchiato dal padre violento, e poi nel suo ranch con i ragazzini che accarezzava e baciava nel suo letto, per ritrovare l’amore che non ha mai avuto. Riffeser rileva l’hotel da suo nonno come direttore nel 1993, suo padre non c’è più. Solo nella sua vita privata si lascia andare: Le feste a base di cocaina con i suoi ricchi ospiti pedofili diventano il marchio di fabbrica del Cavallino Bianco, Ralph non ha paura di invitare il barone della droga Constantino Di Silvio nell’albergo dei suoi figli. Il boss mafioso è riconosciuto colpevole di omicidio a Roma nel febbraio 2021. Aveva sparato alla sua ex moglie a sangue freddo.

Ingresso al Grand Spa Hotel Cavallino Bianco? Solo se porti un bambino. “Siamo più un approccio di relazione che un hotel”, dice Riffeser in un’intervista radiofonica per Südtirol 1. “Con noi, ogni membro della famiglia può sviluppare la sua relazione come vuole. Non ci sono limiti.”

Ralph Riffeser
Ralph Riffeser
Ralph Riffeser Ralph Riffeser (Screenshot del 29.10.2021 dell’account Instagram di Cavallino Bianco Family Spa)

Avete altri consigli o siete vittime di abusi sessuali come turisti italiani?

Sei stato vittima di abusi sessuali in Alto Adige come turista? Contatta personalmente i Carabinieri di Appiano sulla strada del vino:

Oggetto: Parlare con Valerie Lux
Via Bolzano 2
Caserma Mercanti
39057 St. Michael/Eppan
Telefono: 0039 (0) 471662140
ITALIA

Dietro le quinte

Con quattro studi legali dalla Germania e dall’Italia, Mader e Riffeser hanno cercato di impedire che la suddetta ricerca “Jeffrey Epstein in vacanza in Alto Adige” fosse pubblicata da #TEAMLUX davanti al Tribunale Regionale di Bolzano. Secondo l’accusa di Alfred Gschnitzer, la caporedattrice Valerie Lux doveva pagare 350.000 euro a Mader e Riffeser. Il 17 settembre 2021, Lux si è vista sequestrare la tessera stampa e tutta l’attrezzatura tecnica dal procuratore capo Giancarlo Bramante presso la questura di Bolzano. Sulla base del suddetto articolo, è stata espulsa con la forza dall’Italia dalla polizia DIGOS (Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali), un’unità speciale della polizia di stato italiana specializzata nella lotta al terrorismo e all’estremismo. Se fosse tornata in Alto Adige, sarebbe stata internata in un reparto psichiatrico italiano chiuso per otto mesi, l’ha minacciata il procuratore capo Bramante del tribunale regionale di Bolzano. Il governatore e primo ministro dell’Alto Adige, Arno Kompatscher, ha presentato una denuncia penale contro Lux a nome di tutto il governo provinciale per danno alla reputazione e diffamazione della provincia dell’Alto Adige (piccola interrogazione nel parlamento provinciale 20.09.2021).

Il prossimo episodio (2):

La storia dietro la storia

Come mi sono innamorata, da giornalista investigativa, del custode di un hotel Feuerstein a cinque stelle.”

Sul Scrittrice

Valerie Lux *1991, è una giornalista investigativa internazionale e Youtuber. I suoi premiati reportage esteri sono apparsi sul più grande portale di notizie IT d’Europa, heise-online, e su MIT Technology Review. Ha pubblicato per la stazione radio Deutschlandfunk e per la rivista CEO World di New York. La “giovane giornalista economica dell’anno 2018” (Handelsblatt) ha iniziato la sua carriera nel 2015 con un rapporto militare sulla missione NATO in Kosovo. Ha studiato scienze politiche e filosofia all’elitaria Università Humboldt di Berlino, a Passau e all’Università di Turku in Finlandia. È membro del servizio di intelligence estera civile e militare BND. Vive e lavora in Italia dal 2018.

This article “Jeffrey Epstein in holiday” translated in English here.

Der Artikel “Jeffrey Epstein im Urlaub” in deutscher Sprache übersetzt hier.

Giornalista investigativa tedesca. Membro dei Servizio Intelligence - Bundesnachrichtendienst (BND).

Giornalista investigativa tedesca. Membro dei Servizio Intelligence - Bundesnachrichtendienst (BND).